30×30 missione compiuta: il lungo “abbraccio collettivo” tra Luciano Vietri e i ragazzi della Tma

0
30×30 missione compiuta: il lungo “abbraccio collettivo” tra Luciano Vietri e i ragazzi della Tma

ARTICOLI IN EVIDENZA

Luciano Vietri ha portato a termine la sua “missione”, nuotando 30 km in meno di 30 ore a favore dell’Abbracciata Collettiva, in vista della giornata mondiale dell’autismo. Il nuotatore e allenatore romano, nonché presidente di “Nuotando con Amore, ha ricevuto un’accoglienza calorosa dal personale e dai ragazzi della Tma (Terapia Multisistemica in Acqua – metodo Caputo-Ippolito) in tutte e sei le piscine toccate, un affetto che gli ha dato la spinta per realizzare una sfida non facile dal punto di vista sportivo e logistico.

Nel weekend del 24 e 25 marzo Luciano Vietri è partito con la sua 30×30 (che ha ottenuto anche il patrocinio del Coni) da Cellino San Marco (Brindisi) alle ore 7.30 per concludere il giorno dopo la sua impresa a Cernusco sul Naviglio (Milano) poco prima delle ore 13, toccando anche le piscine di Foggia, Casoria (Na), Roma e Firenze. Ha donato così 30 chilometri, ovvero 1200 vasche, ben 30mila metri all’Abbracciata Collettiva, un evento nato con lo scopo di avvicinare più persone possibili alla disabilità e in particolare all’autismo e ai disturbi mentali gravi.

«Un’emozione unica» la definisce Luciano Vietri. «E’ stato tutto stupendo – aggiunge -, essere poi accolto e ringraziato in ogni struttura, ho ricevuto un calore impressionante. In queste 30 ore sono stato raggiunto da un’ondata di positività tale da farmi credere ancora una volta che questo mondo è pieno di bellissime persone che fanno del bene quotidianamente e in silenzio, persone che ci sono non per spaccare il mondo ma per tenerne uniti i pezzi. Nuotare ed essere festeggiato dai ragazzi che usufruiscono della terapia poi è stato un turbine emotivo che, non lo nascondo, mi ha fatto commuovere. Un ringraziamento speciale va anche al mio team, che mi ha sostenuto e seguito per tutto l’evento, ma anche prima in verità: Gianluca il fotografo, Gianna che ha documentato l’evento,  Martina e la sua capacita di rigenerarmi con i trattamenti fisioterapici alla fine di ogni tappa; Gianni amico di bracciate in acqua; e Alessandro che ci ha “guidato” in giro per l’Italia in maniera puntale e precisa».

La 30×30 è stata sostenuta da: Nautilus Sporting Center (centro sportivo di via Vincenzo Manzini a Roma); Impera – Stile Dominante (marchio italiano dedicato allo sviluppo e alla commercializzazione di costumi per gli sport acquatici); Squat & Basilico Fit chefs (prima start up in Italia specializzata nella preparazione e distribuzione di cibi funzionali); Orsini Odontoiatria srl, ambulatorio Odontoiatrico di viale Palmiro Togliatti 1470 a Roma; Tailorsan srl, azienda italiana leader nel settore del noleggio bagni chimici con la più vasta gamma di servizi igienici mobili per luoghi di lavoro e eventi con sede a Colleferro (Roma). 

È SUCCESSO OGGI...