Cerveteri, il Consiglio chiamato ad approvare il Bilancio

0
Cerveteri, il Consiglio chiamato ad approvare il Bilancio

ARTICOLI IN EVIDENZA

di Alberto Sava

Domani nuova tornata al Granarone per il dibattito in aula e l’approvazione del bilancio di previsione finanziario 2018/2020: l’appuntamento forse più impegnativo e strategico per la vita amministrativa di un comune. Nelle ultime settimane tutti consiglieri, coinvolti nella preparazione degli emendamenti, hanno scandagliato le pieghe della partita doppia comunale, per individuare spazi di intervento, che, va subito detto, sono quasi nulli. Infatti, i bilanci comunali sono moloch bloccati dalle spese fisse, dai contratti attivi, dalla partecipazione ai bandi e dalla spesa corrente, in generale. Il vice sindaco con delega al Bilancio Giuseppe Zito interviene sul vulnus legato alla programmazione economica delle scorso anno: “La premessa sulla quadratura dei conti è incentrata sulla rigidità della spesa corrente che non consente spazi di manovra. Anche sulla quadratura dei conti l’esperienza è fondamentale ed in primo piano abbiamo il nodo Aec: quel che è successo l’anno scorso è servito e per il biennio 2018-2020 abbiamo programmato un bilancio che tiene conto delle reali esigenze di questo delicato settore. In ogni caso pensiamo che la spesa sociale vada riqualificata: vanno regolamentate le prestazioni offerte oggi, tenendo conto dell’equilibrio tra domanda di servizi richiesti e capacità dell’Ente di soddisfare i bisogni”. Ed ora entriamo nel vivo di quanto accadrà giovedì in aula con gli emendamenti protocollati ufficialmente dalla minoranza di centrosinistra. Ne parliamo con il capogruppo del Pd Juri Marini, fresco di nomina in Commissione Bilancio: “Sono tre gli emendamenti- annuncia Juri Marini- e riguardano il Natale a Cerveteri e la Sagra dell’Uva, capitolo lasciato a zero; l’assistenza ai disabili e invalidi; la legittimità transattiva di 50 mila euro con l’Asd, riconosciuto quale debito dall’Ente per spese di migliorie al campo Galli, mai richieste dal Comune”. Ma dove il centrosinistra prevede di trovare la copertura finanziaria agli emendamenti presentati? Dal nostro approfondimento con Juri Marini apprendiamo che, per il capitolo del Natale e della Sagra dell’Uva, lasciato a zero, si potrebbero reperire alcune migliaia di euro (quale residuo di circa quattromila euro) nel capitolo relativo alla comunicazione dell’Ente. Con l’emendamento per l’assistenza ai disabili e agli invalidi, Juri Marini propone di spostare i 50 mila euro della transazione Asd al capitolo portatori di handicap e invalidi, che era stato tagliato quest’anno del 50 per cento, passando da 220 mila euro a 110 mila euro. Altra spesa esorbitante da cui sdoganare fondi è il capitolo relativo ai cani randagi. L’Amministrazione Pascucci paga ad un canile di Bracciano 75 mila euro all’anno per l’assistenza ed il sostentamento dei cani randagi catturati a Cerveteri: principio sacrosanto, ma con spesa esorbitante se rapportata alle difficoltà che l’Amministrazione Pascucci ha affrontato con la questione per l’assistenza ai bambini disabili nelle scuole (AEC), per una cifra di 150 mila euro. “Settacinquemila euro all’anno, è una somma così importante che suggerisce di pensare ad un canile municipale a Cerveteri, da inserire nel piano triennale delle opere, da realizzare a costo zero per il Comune con un project financing a totale carico del privato” conclude il dem Juri Marini. Più corposo il numero degli emendamenti presentati dal centrodestra. Ieri sera tutti i consiglieri del centrodestra hanno partecipato al vertice conclusivo convocato per la condivisione degli emendamenti protocollati. Sono otto, li presentiamo per titoli e relative motivazioni:1) emendamento con variazione di partite di entrata/spesa 2018/2020 alla riqualificazione del Centro Storico con l’abbattimento del fabbricato Ex Cabina Enel visto l’abbandono del progetto della realizzazione di un centro culturale; 2) emendamento con variazione di sole partite di spesa 2018-2020 Riqualificazione della Piazza di Borgo San Martino 3) emendamento con variazione di sole partite di entrata/spesa 2018-2020 Carenza di strutture sportive e centri di aggregazione e spazi pubblici attrezzati per il tempo libero 4) emendamento con variazione di sole partite di entrata/spesa 2018-2020 Creazione parco giochi inclusivo zona centrale particolarmente abitata 5) emendamento con variazione di sole partite di entrata/spesa 2018-2020  Pavimentazione dell’area cappelle gentilizie  presso cimitero via dei Vignali 6) emendamento con variazione di partite di entrata/spesa 2018/202. Alla riqualificazione (illuminazione, sistemazione fontane etc.) del Parco delle Rimembranze importante monumento a testimonianza e ricordo dei Caduti nelle guerre mondiali; 7) emendamento con variazione di partite di entrata/spesa 2018/2020 Rilevata la necessità di intervenire con lo strumento dell’emendamento ai fini di prevedere un maggiore stanziamento di bilancio per garantire la copertura finanziaria al servizio AEC degli alunni disabili per tutto l’anno finanziario in quanto l’attuale stanziamento non garantisce la richiesta delle ore necessarie per gli utenti che  fruiscono del servizio come peraltro dimostrato dal dato storico di spesa. 8) emendamento con variazione di partite di entrata/spesa 2018/2020 Rilevata la necessità di intervenire con lo strumento dell’emendamento ai fini di provvedere a realizzare un collegamento tra parte bassa di Cerveteri e la strada provinciale del Sasso come da piano. Queste le otto proposte analizzate dai consiglieri del centrodestra nella riunione di ieri sera, che si è conclusa mentre noi già eravamo in macchina per la stampa. E’quindi possibile qualche variazione rispetto a quanto da noi precedentemente annunciato in questo articolo.

È SUCCESSO OGGI...