Caos a Castelnuovo di Porto per voto estero: indagine su presunti brogli in Canada

0
Caos a Castelnuovo di Porto per voto estero: indagine su presunti brogli in Canada
castelnuovo immigrati

ARTICOLI IN EVIDENZA

Prosegue a Castelnuovo di Porto lo scrutionio dei voti degli italiani all’estero. Secondo l’aggiornamento del Viminale poco dopo le 11, sono già stati contati i voti di 797 seggi sui 1.858 allestiti al centro polifunzionale della Protezione civile. In testa il Partito democratico con il 27,20% delle preferenze, davanti alla coalizione di centrodestra (22,17%) e il Movimento Cinquestelle (17,34%). In doppia cifra anche Maie, che ha ricevuto il 10,94% dei voti, davanti alla lista Usei (7,72%), a Liberi e Uguali (5,44%) e +Europa (5,14%). La lista Civica popolare Lorenzin è accreditata del 2,27% delle preferenze.

La procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in merito ai presunti brogli elettorali che si sarebbero verificati in Canada in occasione del voto per le elezioni politiche italiane. Al fascicolo, senza indagati e senza ipotesi di reato, potrebbero aggiungersi anche una serie di segnalazioni trasmesse da diverse sedi diplomatiche. Presunti brogli nel voto degli italiani all’estero erano stati denunciati, nei giorni scorsi, dalla trasmissione televisiva “Le Iene”, in questo caso in merito alla attività di voto a Colonia.

È SUCCESSO OGGI...