Roma, varato il piano “saldi della Befana in sicurezza”

0
Roma, varato il piano “saldi della Befana in sicurezza”

ARTICOLI IN EVIDENZA

E’ stata varata questa mattina, dopo il briefing tenuto dal Questore di Roma  Guido Marino, la III fase del piano “Natale Sicuro” che focalizza l’attenzione sull’avvio dei saldi e le celebrazioni religiose e laiche della Befana.
In campo, nelle strade dello shopping e presso i maggiori centri commerciali, i militari dell’Esercito nell’ambito del progetto Strade Sicure, supportati da operatori di polizia in abiti civili che opereranno anche con l’ausilio dei sistemi di videosorveglianza.
Sorvegliata speciale dal pomeriggio del 5 e per tutta la giornata del 6, Piazza Navona nella quale, accanto al piano di sicurezza varato dal Comune, opereranno poliziotti e carabinieri, anche per effettuare controlli mirati con metal detector.
Massima sicurezza in tutta l’area del “tridente”, mentre, d’intesa con la Gendarmeria Vaticana sono stati elevati al massimo gli standard dei servizi in atto in  Vaticano.
Per tutto il periodo natalizio e, quindi anche, in questi giorni in cui l’allerta terrorismo ha fatto sentire il proprio peso, il Questore ha personalmente contattato gli operatori sul campo per raccomandare loro la massima attenzione, sottolineando come, la capacità di osservazione di ogni singolo poliziotto possa prevenire o comunque contenere azioni illegali.

È SUCCESSO OGGI...

CORONAVIRUS, D’AMATO: «OGGI REGISTRIAMO 20 CASI, DI QUESTI L’80% SONO CASI DI IMPORTAZIONE»

0
“Oggi registriamo un dato di 20 casi. Dei nuovi casi l’80% sono quelli di importazione (16). Di questi casi di importazione 12 hanno un link con voli di rientro dal Bangladesh già...

Roma, prosegue la lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte della polizia: 13...

0
I poliziotti del commissariato Trastevere hanno denunciato, in stato di libertà, un minorenne che, in Piazza San Cosimato, è stato trovato in possesso di 0.9 grammi di marijuana e 21 grammi di...

Coronavirus, in Serbia le bugie di stato

0
Da Belgrado Antonela Riha per Obc (Osservatorio Balcani e Caucaso, periodico on line) scrive che a più di tre mesi dall’annucio dell’epidemia di coronavirus, in Serbia si registra un drammatico aumento di...