Bomba davanti alla stazione dei carabinieri a Roma, spunta il video di due incappucciati

0
Bomba davanti alla stazione dei carabinieri a Roma, spunta il video di due incappucciati

ARTICOLI IN EVIDENZA

Ipotesi reato atto terrorismo con ordigni esplosivi Roma, 7 dic. (askanews) – Atto di terrorismo con ordigni micidiali o esplosivi, in base all’articolo 280 bis del codice penale. Per questa ipotesi di reato la Procura di Roma ha aperto un fascicolo d’indagine in merito alla deflagrazione avvenuta stamane alle 5.30 del mattino in via Britannia, nel quartiere Appio Latino della Capitale. Gli accertamenti saranno coordinati dal procuratore aggiunto Francesco Caporale. L’ordigno rudimentale sarebbe stato depositato sul marciapiede davanti alla porta d’ingresso del comando, che è stata danneggiata della violenta esplosione. Anche alcune auto parcheggiate hanno avuto dei danni, si spiega. L’inchiesta è aperta contro ignoti e gli inquirenti non escludono alcuna pista: si procede quindi a 360 gradi. L’aggiunto Francesco Caporale aspetta la prima informativa da parte dei carabinieri del Ros e del Comando Provinciale di Roma.

Secondo quanto si apprende da fonti vicine a chi indaga, da un primo riscontro delle immagini delle telecamere di sorveglianza, a lasciare l’ordigno artigianale esploso questa mattina a Roma davanti al portone della caserma dei Carabinieri di San Giovanni, potrebbero essere stati due giovani incappucciati.

È SUCCESSO OGGI...