X Municipio, il Comitato denuncia il disastro del Parco della Madonnetta

0

Dopo la bocciatura in Aula Giulio Cesare della delibera di iniziativa popolare che aveva raccolto oltre 12.000 firme in pochi giorni, il Comitato “SalviamoilparcodellaMadonnetta” ha convocato ieri una affollatissima conferenza stampa invitando i 4 candidati alla Presidenza del X Municipio oltre agli politici che hanno sempre avuto a cuore le sorti del parco, tra questi Enzo Foschi e Ignazio Cozzoli. 

La Conferenza ha avuto un prologo inatteso perchè un paio di ore prima dell’inizio circolavano sul web 2 distinte dichiarazioni del Capogruppo 5Stelle in Campidoglio Paolo Ferrara e dei 2 consiglieri capitolini ostiensi, Carola Penna e Nello Angelucci.

I comunicati parlavano di una proficua collaborazione in corso con gli ex gestori mentre si sta preparando una delibera proprio sulla Madonnetta, precisando che la delibera sarà coerente con gli ordini del giorno del 14 febbraio e del 30 marzo passati a maggioranza assoluta.

Tuttavia nel corso dell’assemblea è emerso che non è in corso  alcuna collaborazione con gli ex gestori, così come non c’è traccia di alcuna delibera che sia mai arrivata in una commissione consiliare. 

I membri del Comitato hanno ricordato l’assurda situazione con documenti e slides corredati da foto che mostrano come fosse prima il Parco e come attualmente sia ridotto all’abbandono e alla devastazione denunciando che la situazione poteva venir risolta ben prima che la situazione precipitasse. 

Monica Picca, candidata del centro destra, ha proposto la riapertura della Conferenza Interna Permanente con il Municipio come parte in causa per trovare una soluzione che tenga conto delle legittime esigenze e dei diritti dei cittadini, dell’Amministrazione e del gestore cui è stata revocata la concessione.

Franco De Donno, della Lista Civica Laboratorio X Municipio, ha provocatoriamente proposto di istituire la Zona Rossa terremotata del Parco della Madonnetta per rendere il problema centrale nella politica del territorio, Athos De Luca, capolista del Pd, ha puntualizzato che il Parco della Madonnetta è una Zona Verde e che il suo impegno sarà quello di salvaguardarlo. Anche Maurizio Bellomo, della Lista Civica di Sìnistra ha proposto di riaprire la Conferenza Interna Permanente auspicando che venga rinegoziato il mutuo con le banche. 

In chiusura dell’assemblea sono intervenuti Foschi e il consigliere del Pd Pelonzi che per Martedì 17 Ottobre ha annunciato una Commissione Trasparenza che chiederà spiegazioni sul perché  non siano stai mai applicati i 2 ordini del giorno approvati richiamando la responsabilità del Segretariato e della, Ragioneria comunali. 

Foschi ha ripercorso tutta l’annosa e oscura  vicenda dei Pvq che portò anche a degli arresti nel 2012, mentre Ignazio Cozzoli che ha spiegato come la politica sia incapace di affrontare un problema complesso come quello dei PVQ, schiava di una burocrazia troppo spesso inetta è impegnata solo a difendere se stessa, come da tempo va denunciando anche il promotore del Parco Andrea  Ciabocco nonostante la revoca della sua concessione.

Balthazar

È SUCCESSO OGGI...