Nuova legge sulla rigenerazione urbana, l’assessore Civita la presenta alle PMI Federlazio

0
Nuova legge sulla rigenerazione urbana, l’assessore Civita la presenta alle PMI Federlazio

ARTICOLI IN EVIDENZA

Presso la sede della Federlazio a Roma, le aziende edili dell’Associazione hanno incontrato l’Assessore alle Politiche del Territorio e Mobilità della Regione Lazio, Michele Civita. Scopo dell’incontro, l’illustrazione dei vantaggi derivanti dalla nuova legge sulla rigenerazione urbana, approvata proprio nei giorni scorsi dal Consiglio regionale. Presenti all’incontro, oltre al Presidente di Federlazio-Edilizia, Alessandro Sbordoni, anche il Presidente e il Direttore Generale della Federlazio, Silvio Rossignoli eLuciano Mocci.

Si tratta di una legge molto importante per tutto il settore, arrivata dopo un costante lavoro tra la Regione e tutte le parti coinvolte, alla quale Federlazio – da sempre convinta sulla necessità di tale legge – ha dato fattivamente il proprio contributo.

La nuova legge sulla rigenerazione urbana avrà sicuramente un impatto positivo sugli spazi urbani delle nostre città e contemporaneamente anche sulle aziende edili.

Come dimostrato dai risultati dell’Osservatorio sullo stato di salute dell’Edilizia (dal 2012 perse in Italia 62mila aziende edili, 2.000 solo nel Lazio), presentato proprio nei giorni scorsi da Federlazio, tutto il settore vive da anni una grave e profonda crisi, dove solo l’aspetto delle “ristrutturazioni” ha dato qualche piccolo segnale di vitalità, grazie agli incentivi governativi.

La nuova legge regionale consente di “rigenerare” l’attuale patrimonio edilizio esistente, attraverso interventi che limitano il consumo di territorio, salvaguardando quindi il paesaggio e l’ambiente. Altra caratteristica degna di nota, che differenzia l’attuale legge dal precedente “Piano casa”, è il rapporto di coinvolgimento previsto per gli Enti locali. A questo proposito l’Assessore Civita ha dichiarato che istituirà un Tavolo di confronto finalizzato all’ottenimento di una “circolare esplicativa” che possa agevolare l’utilizzo di questo nuovo strumento legislativo.

“Siamo grati all’Assessore Civita per averci ascoltato in tutti questi mesi di lavoro e per il forte impegno profuso per realizzare una legge tanto attesa quanto necessaria per il settore. Siamo fermamente convinti che gli impatti positivi della nuova normativa si potranno presto vedere attraverso la riqualificazione delle nostre città con interventi mirati, lotta al consumo di suolo indiscriminato, realizzazione di nuove opere pubbliche, snellimento delle procedure, partecipazione dei Comuni nella pianificazione. Siamo altrettanto convinti che tutto ciò porterà un nuovo sviluppo imprenditoriale del settore con benefici per l’intera economia del territorio”. Questa la dichiarazione del Presidente di Federlazio-Edilizia, Alessandro Sbordoni.

È SUCCESSO OGGI...

Incendio in un ristorante al Tuscolano: momenti di paura

0
Nessun ferito ma tanta apprensione, ieri intorno alle 13, a Roma, per un incendio divampato in un ristorante orientale, in via Enea 58, al Tuscolano. Le fiamme hanno interessato la cucina, e...

Roma, abbraccia un passante te e gli ruba il Rolex

0
Il 30 giugno scorso, nella Capitale, due giovani donne, in prossimita' di piazza Re di Roma, si sono rese responsabili di rapina in concorso nei confronti di un 70enne cinese. L'uomo e'...

Approfitta della prova della palestra per rubare negli spogliatoi

0
Ha approfittato di una seduta di prova in palestra per poter fare, indisturbato, razzia negli spogliatoi.Qualcosa pero' e' andato storto perche', una volta sorpreso, e' stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Roma...

Valle Martella, al via i lavori di rifacimento stradale

0
Oggi, Lunedì 13 Luglio, è partito il progetto di messa in sicurezza delle pavimentazioni stradali della zona di Valle Martella. Si tratta di un intervento finanziato dall’ASTRAL. Quest’ultima, società della Regione Lazio...

Roma, stretta carabinieri zone movida: chiusi 10 esercizi

0
'Stretta' dei carabinieri nell'ultima settimana nelle zone della movida romana con l'obiettivo di contenere la diffusione del coronavirus: 5000 interventi, 2500 persone identificate, 150 esercizi controllati, 10 locali chiusi, tra cui uno,...