La Regione Lazio finanzia con 13 milioni di euro le “Reti di Imprese tra Attività Economiche su Strada”

0
La Regione Lazio finanzia con 13 milioni di euro le “Reti di Imprese tra Attività Economiche su Strada”

ARTICOLI IN EVIDENZA

La Giunta Regionale del Lazio, con l’atto D.G.R. n. 94 del 15.03.2016 – Determinazione n. G04816 del 09/05/2016, concernente l’Avviso pubblico per il finanziamento dei programmi relativi alle “Reti di Imprese tra Attività Economiche su Strada” e s.m.i , ha approvato gli elenchi dei programmi ammessi a finanziamento presentati dai Comuni del Lazio. La Graduatoria è stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio – n. 47 del 13/06/2017. Le domanda pervenute sono state complessivamente n. 244, di cui ammesse a finanziamento 127.

Complessivamente la Regione Lazio finanzia con 13 milioni di euro i 127 progetti di Reti di imprese del commercio che andranno a costituire l’insieme delle “Strade del commercio del Lazio”. Tra queste, apprendiamo con soddisfazione, è stato ammesso anche il progetto “Promozione Simbruini”, finanziato per circa 100 mila euro e presentato dal Comune di Trevi nel Lazio che si è posizionato al n. 26 della graduatoria finale.

“Esprimiamo grande soddisfazione – ha commentato il Sindaco di Trevi nel Lazio Avv. Silvio Grazioli – per il positivo risultato raggiunto. Essere stati ammessi a questo importante finanziamento regionale e esserci posizionati al n. 26 della graduatoria regionale e al n. 4 su 15 tra i Comuni della Provincia di Frosinone è motivo di soddisfazione. Questa notizia ci fa ben sperare per il futuro perché è segno evidente della bontà di un progetto ben fatto e molto articolato che, volutamente, abbiamo chiamato “Promozione Simbruini”. Il titolo è chiaro, questa iniziativa deve essere vista come volano per le attività produttive del territorio e di tutta l’Alta Valle dell’Aniene. L’aspetto veramente positivo e che ci rende orgogliosi è che i commercianti, i piccoli produttori, gli artigiani, presenti sul territorio dei Monti Simbruini hanno creduto in questo progetto e ora gli operatori economici del territorio avranno uno strumento in più per rilanciare le loro attività inserendole in un più ampio discorso di marketing territoriale per incrementare una già ricca possibilità turistica che certamente non manca dalle nostre parti. Per raggiungere l’obbiettivo sarà indispensabile la collaborazione dell’Ente Parco dei Monti Simbruini che potrà svolgere la funzione di raccordo con tutti i Comuni dell’Alto Aniene”.

“Come ha già ben illustrato il Sindaco Grazioli – commenta il Presidente del Parco dott. Enrico Panzini – l’obiettivo principale di questo progetto, voluto dal Comune di Trevi nel Lazio di intesa con l’Ente Parco, è quello di riunire le attività economiche su strada, come negozi, artigiani, mercati, bar, attività culturali, del nostro territorio e realizzare assieme servizi per i cittadini, per le imprese e iniziative promozionali e di marketing territoriale. In questa fase la collaborazione con l’Ente Parco sarà fondamentale perché di fatto il progetto vedrà l’inclusione dei Comuni del Parco e coinvolgerà tutte le aziende presenti sul proprio territorio. Questo per rafforzare e dare carattere alla vocazione turistica di un territorio, quale è il nostro, che offre tutto: natura, cultura, storia, tradizioni e gastronomia. Proprio quest’ultimo aspetto sarà centrale per la buona riuscita del progetto e del marketing territoriale cioè avviare la costituzione di una rete di aziende che puntino al rilancio delle produzioni agricole e dei prodotti tipici locali. Il nostro impegno sarà quello di favorire il lavoro e l’economia e, insieme, aiutare per quanto possibile, la rigenerazione dei nostri splendidi centri storici, il riuso di immobili per promuovere in sostanza i luoghi del turismo. Sarà anche l’occasione per dimostrare, tutti insieme, che le risorse economiche gestite direttamente dagli Enti territoriali, Comuni e Parco, devono essere un esempio virtuoso di collaborazione istituzionale finalizzata alla gestione di un ambizioso progetto per rilanciare l’economia e la speranza per negozianti, commercianti, artigiani e piccoli imprenditori per dare vita alle “Strade del Commercio” per avvicinarci ai bisogni dei cittadini e dei produttori locali che ci chiedono dei segnali concreti”.

È SUCCESSO OGGI...