Lazio, in Regione continua il confronto sulla legge elettorale

0

In una settimana che non prevede lavori d’aula, sospesi in vista della tornata di domenica proissima, il Consiglio regionale del Lazio continua a discutere di riforma della legge elettorale.

 

LA RIFORMA

Il 1 giugno la Commissione Affari Costituzionali, presieduta dal PD Fabio Bellini, ha scelto all’unanimita, quale testo base adottare per la discussione. Al momento, vale la pena di ricordare quali sono i punti condivisi fondamentali. Ricordiamo che la precedente riforma aveva già abbassato il numero dei consiglieri portandolo da 70 agli attuali 50. Quindi 40 consiglieri usciti dalle urne e 10, quelli del listino, nominati dal presidente. Ecco la prima novità sta proprio nell’abolizione del listino. Nella nuova riforma, inoltre, si prevede la garanzia di rappresentanza per ciascuna provincia. Principio importante e da ribadire, proprio in considerazione del fatto che attualmente la provincia di Rieti è rappresentata esclusivamente dal consigliere eletto nel listino.

Altro importante punto da segnalare è la pari opportunità tra uomini e donne con la possibilità, al momento del voto, di doppia preferenza di genere. Infine è ribadito il divieto di terzo mandato per il Presidente della Regione. Elemento quasi superfluo o di scuola visto che nel Lazio nessuno ha vinto 2 volte le elezioni. Potrà farlo Nicola Zingaretti? una risposta potra essere data solo tra qualche mese al di la delle continue rassicurazioni del Presidente sulla propria volontà di continuare il lavoro iniziato in Via Cristoforo Colombo.

Balthazar

 

È SUCCESSO OGGI...