Rai Uno, Kim Rossi Stuart in Maltese: il romanzo del commissario

0

Un racconto civile con un linguaggio moderno, un’estetica elegante e sofisticata. Con queste parole Andreatta, direttrice di Rai Fiction, presente la fiction Maltese – Il romanzo del commissario e il ritorno in tv di Kim Rossi Stuart, grande protagonista di questa serie in otto episodi divisi in quattro puntate in onda da lunedì 8 maggio in prima serata su Rai Uno. Quindi proprio a ridosso della settimana della legalità. 

Una fiction importante che chiude come ha spiegato il direttore di Rai Uno Fabiano la «grande stagione della serialità della Rai». Si tratta di una storia inventata, non tratta da libri, ma che ha molti richiami a storie reali e a personaggi esistiti. 

La serie è prodotta da Carlo Degli Esposti che cita non a caso La Piovra, la serie degli anni ’80 con Michele Placido, che fu un grande successo proprio della Rai.

«Pondero moltissimo i lavori che devo fare – ha spiegato in conferenza stampa Kim Rossi Stuart -, ma in questo caso no. Quando mi è stato proposto di fare qualcosa per la tv, dopo la mia esperienza come regista, ho subito accettato questa sceneggiatura accattivante, senza pensarci troppo. Il mio riferimento, quando ho cominciato a documentarmi, è stato Ninni Cassarà (un poliziotto italiano assassinato da cosa nostra nel 1985, ndr). Un vero eroe nazionale, e ho trovato delle assonanze evidenti tra lui e Maltese. Uomini colti, sofisticati, con ragionamenti raffinati, che hanno scelto di combattere in prima linea. Sono un esempio così alto e commovente. Ho rivisto anche La Piovra, una serie che è un capolavoro ancora oggi, per la tensione drammaturgica e per la sua genialità straordinaria».

Rike Schmid è invece Elisa Ripstein una fotografa. L’attrice tedesca ha detto di essersi ispirata per il suo personaggio a Letizia Battaglia. «È stato un lavoro molto interessante, e sono grata a chi mi ha voluto in questo film. Sono orgogliosa di aver preso parte a questo progetto meraviglioso».

Francesco Scianna veste i panni del giornalista Mauro Licata, che invece ha studiato a lungo la figura di Mauro Rostagno (giornalista e attivista italiano vittima di un agguato mafioso). «Era una figura che conoscevo poco – ha detto l’attore -, mi ha colpito la bellezza del personaggio e l’ho scelto in prima battuta. Io ho vissuto in quella Sicilia. C’è un’umanità meravigliosa da restituire, una integrità forte che sono doni dati alla nascita a queste persone che hanno pagato con la vita le scelte fatte. Ecco io ho provato a restituire la profondità d’animo e il loro modo di relazionarsi con l’altro». 

Altra protagonista di questa storia è Valeria Solarino, ovvero Giulia Melendez in Maltese. «Il mio è un personaggio schiacciato dalla famiglia borghese da cui proviene – ha spiegato l’attrice -, sembra una dura, ma invece è una persona debole, fragile e infatti non riesce a portare la sua ribellione fino alla fine. Sposa un uomo che spera la possa portare via da quella vita, e invece fa parte della mafia».

È SUCCESSO OGGI...