Cuori in ballo: nuova iniziativa il 1° maggio per le popolazioni colpite dal sisma

0
Cuori in ballo: nuova iniziativa il 1° maggio per le popolazioni colpite dal sisma
Primo maggio con Cuori in ballo per una raccolta fondi per costruire una stalla e aiutare due giovani di Amatrice

ARTICOLI IN EVIDENZA

Torna in scena Cuori in ballo per ricostruire, un gruppo di persone che si è unito per dare una mano alle popolazioni colpite dal sisma del centro Italia attraverso dei progetti solidali.

PRIMO MAGGIO CON CUORI IN BALLO

Il primo maggio Cuori in Ballo dà appuntamento al parco La Baita, in via Giotto a Colleferro, per una giornata speciale. Tanto verde, sole, tante cose buone da mangiare, classica grigliata o pic-nic, musica per tutti i gusti, tornei di calcio balilla, intrattenimento per grandi e piccoli e dal pomeriggio si inizia a ballare a ritmo di tamburelli e organetti con gruppi di musica popolare.
«Torniamo ancora una volta a mettere a disposizione il nostro tempo e la nostra voglia di fare per chi è rimasto senza niente – spiegano i referenti dell’organizzazione Cuori in ballo – ringraziamo l’Asd Tennis Colleferro che ci ha messo a disposizione gli spazi e tutte quelle persone, amici, imprenditori, artisti locali e non, che non si sono tirati indietro di fronte a questa seconda maratona di solidarietà che abbiamo messo in campo».

IL PROGRAMMA

Il programma della giornata inizierà alle 11 di mattina e andrà avanti fino a sera. Chiunque può accedere alle varie iniziative proposte come da programma allegato. Per il pranzo è stato predisposto un menù a base di antipasto, primi, grigliata di carne, fave e pecorino, dolci e bevande. Nel corso della giornata non mancheranno quindi cibo, bevande, compagnia e buona musica con l’associazione Neos Kronos. E poi anche tornei di calcio balilla, di calcio under 10 a Colle Sant’Antonino; musica e balli popolari con Animali Anomali, Parquaria, Popularia e Aranira.
«Non ci sono scuse per mancare a questa bella iniziativa in uno dei pochi polmoni verdi di Colleferro – aggiungono gli organizzatori -, vogliamo aiutare con questa iniziativa due giovani che hanno perso tutto e che non vogliono lasciare la loro terra. Il loro sogno è quello di riavere una stalla per i loro cavalli per riprendere l’attività in loco, senza doversi spostare e noi vogliamo dare il nostro contributo a tutto questo. Vi aspettiamo alla Baita il 1° maggio».
L’intero incasso sarà devoluto alle Brigate di solidarietà attiva e alle attività sociali delle popolazioni terremotate. La stalla da costruire prevede 4 box per cavalli e un portico, per circa 100 mq e un costo di 6mila euro.

È SUCCESSO OGGI...