Quanto è alto Carlo Conti

0
Quanto è alto Carlo Conti
Carlo Conti

ARTICOLI IN EVIDENZA

Carlo Conti è un autore e conduttore televisivo e radiofonico toscano. Nato a Firenze il 13 marzo 1961, è alto 1,75 metri.

LAVORO

Conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo dal 2015 al 2017, vanta tra i suoi programmi di maggior successo “Tale e quale show”, “I raccomandati”, “Miss Italia”, “L’eredità”, “In bocca al lupo!” e “I migliori anni”.

VITA PRIVATA

È un tifoso sfegatato della squadra di calcio della Fiorentina. Tra il 2009 e il 2011 ha avuto una relazione con la showgirl Roberta Morise, che aveva conosciuto durante la conduzione della trasmissione tv “L’eredità”. Ma il popolare conduttore ha deciso di mettere “la testa a posto” con Francesca Vaccaro, di professione costumista, che ha sposato il 16 giugno 2012. L’8 febbraio 2014 è nato a Firenze il loro primogenito, Matteo.

POLEMICHE

Dal 7 all’ 11 febbraio 2017 è per la terza volta consecutiva conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo, affiancato alla conduzione, questa volta, da una co-conduttrice del calibro di Maria De Filippi. Una nuova conduzione che non manca di suscitare polemiche legate al suo compenso. “Non vedrò un minuto del Festival di Sanremo perché lo stipendio di Carlo Conti è una cosa assolutamente indegna. Sono uno schifo questi 650mila” dichiara Matteo Salvini, cavalcando la polemica che imperversa su Facebook. In soccorso del conduttore del Festival di Sanremo interviene la speaker radiofonica Rosaria Renna, in un video pubblicato sul canale youtube de “L’arte nel Cuore”. Commentando gli attacchi a Conti dichiara: ʺNon sarebbe Sanremo senza qualche polemica, anche se trovo profondamente ingiusto ogni volta stare a questionare il compenso di un professionistaʺ. ʺNon è certo a Carlo Conti – prosegue poi Renna nell’intervista rilasciata ai Black&White, il neonato format editoriale della Onlus – che dobbiamo chiedere di aiutare il Paese in difficoltà. Infatti, pur ritenendo che nella sua vita privata Conti sia un uomo generoso, non è lui che deve pensare alla ricostruzione delle case del dopo terremoto”. “Credo sia profondamente ingiusto – conclude la la speaker, tra le voci più famose della radio italiana – mettere ogni volta sulla graticola persone che vengono pagate per quello che fanno. oltretutto Conti, con il suo lavoro, fa guadagnare alla Rai un sacco di soldi, quindi, anche se la farebbe comunque, non sta certo a lui dedicarsi alla beneficenzaʺ.

È SUCCESSO OGGI...