“Rewind”, le ragazze di “Non è la Rai” a Ladispoli

0
“Rewind”, le ragazze di “Non è la Rai” a Ladispoli

ARTICOLI IN EVIDENZA

Dopo i clamorosi successi riportati, lo “spettacolo “Rewind, per la regia di Luigi Galdiero, approda sabato sera all’Auditorium “Massimo Freccia” di Ladispoli e vedrà Angela Di Cosimo, Eleonora Cecere e Pamela Petrarolo, accompagnate dalla voce di Valentina Galdiero, sul palcoscenico di questo nuovissimo stabile della provincia di Roma.

Questa volta, però, ci sarà una grandissima sorpresa che allieterà e stupirà il pubblico presente: il palco sarà cavalcato non solo dalle ragazze dello show che ha cambiato il modo di fare tv negli anni ’90, ma anche da ragazzi “diversamente abili” dell’associazione Nuove Frontiere Onlus per lo spettacolo “Il Parco degli Angeli”, già conosciuto dalla cittadina laziale.
Lo spettacolo, patrocinato dal Comune di Ladispoli e dall’Assessorato alla Cultura, è il frutto di un percorso laboratoriale di arti performative, che si rivolge ad un gruppo di ragazzi disabili e normodotati con lo scopo di esercitarsi ed esprimersi attraverso la scoperta delle proprie emozioni, il riconoscimento di esse e, conseguentemente, la loro valorizzazione.
Sul palcoscenico si realizzeranno numerose variabili, questa volta accompagnate dalle ragazze di “Non è la Rai”, con la partecipazione di Valentina Galdiero “the vocalist”, che sviluppano le capacità coordinative, l’organizzazione spazio-tempo, nonché la socialità, potenziando la stima e la fiducia in se stessi. Nell’esprimere la loro individualità, i ragazzi, apprendono ed acquisiscono nuovi schemi mentali e dunque quello che sembra soltanto una forma di gioco, contribuisce a favorire lo sviluppo cognitivo.

Quindi assisteremo ad un vero e proprio show, dove vedremo, da una parte, le ragazze che balleranno, reciteranno e canteranno, il tutto rigorosamente “live”, portando sul palcoscenico i loro cavalli di battaglia che le hanno rese famose e che ancor oggi migliaia di fan cantano insieme a loro e dall’altra questo gruppo di ragazzi che riescono a far esibire giovani diversamente abili, creando uno spettacolo che parla sì di diversità, ma allo stesso tempo di uguaglianze e della linea sottile che definisce la normalità.

A distanza di venti anni, (1996 – 2016), le ragazze si incontrano sul palcoscenico dove hanno riportato i loro successi più famosi, pezzi che hanno fatto ballare più di una generazione e che ancora oggi allietano il pubblico presente e che regaleranno momenti magici e irripetibili.

È SUCCESSO OGGI...