As Roma, due giornate di stop a Kevin Strootman: è polemica

0
As Roma, due giornate di stop a Kevin Strootman: è polemica

ARTICOLI IN EVIDENZA

Due giornate di stop a Kevin Strootman “per simulazione” e una a Danilo Cataldi “per aver strattonato la maglia del giocatore avversario”. Sono queste le decisioni del giudice sportivo della Lega di A sui fatti accaduti in campo nel derby Lazio-Roma di domenica scorsa. Gerardo Mastrandrea, ovviamente, non è intervenuto sulle frasi di stampo razzista di Lulic nei confronti di Ruediger, al vaglio della Procura Figc.
“Da anni vediamo i confini della giustizia sportiva ampliati sulla pelle della Roma. E tutto questo sinceramente lascia un senso di profonda inquietudine soprattutto perchè siamo in una fase critica e rilevante della stagione, perchè stiamo per affrontare Milan e Juventus, e guarda caso subiamo una squalifica assolutamente inattesa e inconcepibile. Abbiamo scoperto con estremo stupore e molta perplessità della squalifica diStrootman con motivazioni che riteniamo profondamente discutibili, per questo abbiamo già preannunciato reclamo d’urgenza. Attenderemo gli atti per poter provvedere al ricorso gia’ prima della partita di lunedì col Milan” ha detto il dg della Roma, Mauro Baldissoni.
“Sono molto sorpreso per la squalifica di Kevin”. La reazione del presidente della Roma, James Pallotta, dopo aver appreso dello stop di due turni inflitto dal giudice sportivo a Strootman è la stessa di tutto il club giallorosso.
“Quello che abbiamo letto è abbastanza discutibile perchè si è applicata per la prima volta con la prova tv una norma sulla simulazione che induce a una espulsione benchè nel comunicato si legge già in maniera molto chiara che l’espulsione comminata a Cataldi è per la strattonata a Strootman, e non certo perchè ha determinato un danno fisico – spiega il dg della Roma, Baldissoni, intervenendo ai microfoni della radio ufficiale di Trigoria -. Peraltro Strootman cade perchè viene tirato al collo, si sente aggredito da dietro e ha paura per un possibile colpo. Non ha simulato proprio niente tanto che un secondo dopo era gia’ in piedi per allontanarsi dalla scena. In ogni caso, come si legge nel comunicato ufficiale del giudice sportivo, l’espulsione di Cataldi non è determinata dalla simulazione ma dalla trattenuta. Questa sarà la base del nostro ricorso d’urgenza, puntiamo ad andare in udienza venerdì”.

È SUCCESSO OGGI...