Rugby, Pietro Ceccarelli: «C’è stata una evoluzione della squadra»

0
Rugby, Pietro Ceccarelli: «C’è stata una evoluzione della squadra»
Foto allenamenti (Ufficio Stampa Fir)

ARTICOLI IN EVIDENZA

Comincia il conto alla rovescia per gli azzurri del rugby, a Roma in queste settimane per preparare i prossimi appuntamenti del tour autunnale, primo tra tutti quello di sabato 12 novembre contro gli All Blacks.

A spiegare la situazione in casa azzurri ci pensa Pietro Ceccarelli, pilone delle Zebre, nato sportivamente con le giovanili di Roma e Lazio Rugby, che torna in Nazionale dopo la convocazione nella scorsa primavera per il match contro l’Irlanda e dopo il tour estivo 2016.

«Arriviamo da un fine settimana positivo per noi e questo ha creato un clima certamente migliore – spiega Pietro -. Vincere con le Zebre su un campo come quello di Murrayfield è un grande risultato, anche se non ero in campo ero li a vedere la gara ed è stato bellissimo. Con il nuovo staff mi sono integrato subito. Ogni settimana De Carli, Connor o Mike Catt passano su da noi per parlarci e si è creato un clima di grande collaborazione e penso che sia la stessa cosa anche su a Treviso».

«Io – continua il giocatore – ho iniziato il mio lavoro in Nazionale con le ultime gare disputate da Brunel come capo allenatore. Rispetto a prima il lavoro è sempre lo stesso, quello che cambia sono delle piccole accortezze che ci vengono chieste. Questo è un lavoro che si dovrà fare nel tempo, con dei meccanismi da mettere insieme. Comunque a mio giudizio c’è stata una evoluzione della squadra».

Una carriera che, partita da Roma, si è sviluppata all’estero per Ceccarelli, che per anni si è confrontato in una realtà molto competitiva come quella francese, prima di tornare a Parma per passare alle Zebre.

«Se mi guardo indietro – prosegue Pietro – un anno fa non mi aspettavo assolutamente di essere convocato in Nazionale, puntavo sopratutto sul mio gioco, a lavorare e trovare un posto nelle Zebre. Arrivato a Parma ero una incognita ed è stato a me lavorare e dimostrare quanto valevo. L’esperienza internazionale non è stata semplice, sopratutto all’inizio, ma dal punto di vista umano è stata una esperienza unica, su cui ho costruito quello che è stato poi il mio futuro. La Nazionale italiana mi ha sempre seguito – termina Ceccarelli – ma l’esperienza all’estero è stata fondamentale».

Paolo Pizzi

È SUCCESSO OGGI...

Presa alle spalle e palpeggiata: violenza shock a Roma

0
Molestata mentre si trovava fuori da un ostello nella zona di Castro Pretorio, poco distante dalla stazione Termini. Le urla della giovane hanno richiamato l'attenzione dei presenti che hanno quindi messo in...

Trovato in possesso di 585 chili di droga: sequestro record vicino Roma

0
Una montagna di droga: ovvero 585 chilogrammi impilati all'interno di un garage in località Fonte Nuova, a Roma. Questa la quantità di stupefacente tra hashish, marijuana e cocaina sequestrata dagli agenti del...

Da Angelucci a Zingaretti, gli eletti alla Camera e al Senato nel Lazio

0
Si va delineando il quadro degli eletti nel Lazio nei collegi assegnati con il proporzionale, 20 in tutto alla Camera (a cui aggiungere 14 attraverso l'uninominale) e 12 al Senato (più 6...

Elezioni, Leodori: “La coalizione che governa il Lazio ha preso più voti del centrodestra”

0
"Il risultato di domenica sicuramente rappresenta un segnale che deve spingerci ad una riflessione. Ma la tornata elettorale appena passata ci lascia anche alcuni dati positivi. Ne cito uno, visto il ruolo...

Terribile incidente vicino Roma, l’auto prende fuoco

0
Terribile incidente su via Appia Nord, tra Genzano e Velletri, all’altezza dell’incrocio con via Ponte Veloce, in zona Madonna degli Angeli. Un’utilitaria, una Fiat 500, ha perso il controllo..