Cerveteri, Protezione civile: «Qui siamo protetti dal terremoto. Enduristi ad Ancona»

0
Cerveteri, Protezione civile: «Qui siamo protetti dal terremoto. Enduristi ad Ancona»

ARTICOLI IN EVIDENZA

Momenti di tensione ma nessun danno, questa mattina, a Cerveteri, a seguito del violento terremoto che ha colpito l’Italia centrale. Un sisma dalla magnitudo di 6.5 che, malgrado la distanza, è stato nettamente percepito anche nel ceretano. Fortunatamente senza conseguenze.

«La scossa di terremoto – ha spiegato il sindaco Alessio Pascucci – si è sentita molto bene a Cerveteri». Il primo cittadino ha però precisato che «non risultano per fortuna danni a persone e cose». «Inviamo intanto tutta la nostra solidarietà e il nostro affetto – ha quindi concluso – alle famiglie che si trovano nelle zone sismiche».

Anche il responsabile della protezione civile di Cerveteri, il comandante Marco Scarpellini, da noi interpellato, ha rassicurato sulle conseguenze del terremoto. «Non ci è arrivata alcuna chiamata di allarme – ha affermato –. Solo persone che volevano sapere cosa fosse successo. Del resto, siamo sufficientemente protetti. La nostra zona è al livello di rischio sismico più basso e ciò che si percepisce qui arriva da lontano». «Siamo stati però attivati dalla protezione civile nazionale – ha quindi aggiunto il comandante Scarpellini – per fornire aiuto alle popolazioni terremotate. I nostri uomini sono partiti con quattro moto enduro e due quod per raggiungere Ancona, dove si trova il centro operativo e da dove saranno poi indirizzati verso le zone più colpite dal sisma».

A.D.

È SUCCESSO OGGI...