Truffa dei buoni a Roma: scoperta clonazione

0

Ieri mattina, un distinto signore si è presentato presso l’ufficio postale di via di Casal del Marmo con l’intento di incassare 15 buoni fruttiferi postali risultati poi “clonati”, per un valore complessivo di 26.000 euro.

LA TRUFFA

Allo sportello, ha esibito la carta d’identità, facendo però insospettire l’operatrice di turno. Infatti il documento riportava un’età anagrafica – 77 anni – che non corrispondeva palesemente a quella dell’uomo. Il direttore dell’ufficio postale ha quindi allertato le forze dell’ordine. Nell’immediato, sono intervenuti gli agenti del reparto volanti della polizia di stato.

L’ARRESTO

L’uomo è stato identificato per un 62enne nato in provincia di Napoli, con numerosi precedenti di polizia per il reato di truffa. Lo stesso è stato trovato in possesso di alcuni documenti falsi, nonché di una carta ricaricabile e di un cellulare, di cui non ha saputo fornire la provenienza. L’uomo, al termine degli accertamenti che hanno confermato la clonazione dei buoni fruttiferi, è stato arrestato per rispondere di tentata truffa, sostituzione di persona e contraffazione di documenti.

È SUCCESSO OGGI...