Zingaretti “Per le Olimpiadi 2024 serve coraggio”

0
Zingaretti “Per le Olimpiadi 2024 serve coraggio”

ARTICOLI IN EVIDENZA

Il primo oro azzurro alle Olimpiadi (che è anche la 200esima medaglia italiana) è arrivato dal judoka Basile insieme a una pioggia di altre bellissime medaglie. Trainati dall’entusiasmo per le prime importanti vittorie di Rio2016 i politici italiani parlano con piacere dell’avventura olimpica alla quale Roma si è candidata per l’edizione 2024, anche se la contrarietà del Campidoglio e l’ assenza del Comune di Roma dalla rappresentanza italiana in Brasile gettano più di un’ombra su tutta la candidatura.

A parlarne ieri, tra gli altri, è stato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. «Penso che sulle Olimpiadi bisogna avere coraggio, così come bisogna averlo sulle sfide, anche le più difficili, ovviamente con tutte le precauzioni del caso. Per quanto mi riguarda ho sempre guardato con grande attenzione a un piano che punta al 70% del recupero dell’impiantistica, e governando prima la Provincia di Roma e da tre anni la Regione Lazio, guardando con serenità ai conti delle istituzioni territoriali, sappiamo che questo appuntamento può essere, se si lavora bene, una grande opportunità per tanti quartieri della città» ha detto il presidente Zingaretti, rispondendo a una domanda sull’approvazione di un emendamento al collegato di bilancio per la promozione e il sostegno allo sport di eccellenza territoriale, presentato dal consigliere regionale Michele Baldi. «Quella per ospitare le Olimpiadi, ha sottolineato Zingaretti, è una sfida che se si vince o si perde si saprà solo alla fine, però in queste occasioni credo sarebbe opportuno avere coraggio e accettare le sfide senza avere paura”.
Zingaretti si è poi congratulato con l’atleta romana Odette Giuffrida, argento nel judo a Rio cresciuta allenandosi nel quartiere Talenti di Roma, così come ha fatto via Twitter il presidente del Consiglio Matteo Renzi che ha cinguettato di gioia: «Che bello lo sport italiano. Judo e scherma d’oro. Ma bene anche tuffi, ciclismo, nuoto. Ed è solo l’inizio Orgogliotricolore. ForzaAzzurri».

Il tema che però resta inevaso è come riuscire ad agguantare la candidatura senza un convinto impegno e sostegno del Campidoglio. Malagò e il Comitato promotore guidato da Montezemolo lo sanno e nonostante le previsioni ottimistiche e l’endorsement del “The New York Times” che posizionano favorevolmente il dossier della capitale, il nodo resta la strategia nazionale per portare a casa le Olimpiadi. Nelle ultime settimane dalle parti del palazzo Senatorio si erano smorzati quei toni perentori di diniego che avevano caratterizzato la campagna elettorale. Poi è seguito il silenzio del sindaco Virginia Raggi, ed è arrivato il giorno della prensentazione del gruppo italiano al Cio senza la compattezza che ci si poteva attendere da un candidatura considerata anche migliore di Parigi, Los Angeles e Budapest.
Quel che è certo è che il presidente del consiglio Renzi vuole puntare su questa candidatura e allora l’unica cosa è trattare con il neo sindaco, come ha detto nei giorni scorsi a Rio: «Virginia Raggi è appena stata eletta, la sua posizione sui Giochi è importante e noi la rispettiamo. Siamo pronti a dialogare, lavorare insieme al di là delle differenze» aveva affermato ribadendo che i rapporti, adesso, sono ottimi «tra noi e l’amministrazione di Roma c’è un’ottima relazione, abbiamo progetti concreti per lo sport, non solo i Giochi Olimpici».

Ma come portare a casa il risultato del dialogo? Come scriveva ieri il Corriere della Sera una possibilità potrebbe essere il cambio al vertice del comitato promotore, oggi presieduto dal Luca Cordero di Montezemolo. Un’ipotesi che potrebbe sostenere un maggiore dialogo con Virginia Raggi superando le rigidità vissute finora e realizzando quell’auspicato rafforzamento di intenti tra Governo, Coni e Campidoglio. Al momento non si sa molto altro, se non che i “ritocchi” al comitato potrebbero anche non riguardare la presidenza. E nel silenzio della sindaca raggi non resta che aspettare gli eventi.

R.P.

È SUCCESSO OGGI...