“Guida la vita”, iniziativa della prefettura di Latina per il rispetto delle regole del codice della strada

0
“Guida la vita”, iniziativa della prefettura di Latina per il rispetto delle regole del codice della strada

ARTICOLI IN EVIDENZA

Formare gli alunni delle scuole dell’obbligo ad una cultura della sicurezza stradale improntata al rispetto delle regole del codice della strada, per contrastare il fenomeno degli incidenti stradali che sono causati, in una percentuale crescente, dalle condotte scorrette di chi è alla guida.

E’ questo lo scopo dell’iniziativa della Prefettura di Latina “Guida la vita” che si è svolta il 21 aprile scorso e che ha ottenuto il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed è stata realizzata con la collaborazione di 41 partners tra i quali la Questura, la Polizia Stradale, l’Arma Carabinieri, la Guardia di Finanza, il Corpo Forestale dello Stato, i Vigili del Fuoco le Polizie Locali di Latina, Aprilia, Cisterna di Latina, Fondi, Formia, Sabaudia e Terracina, l’Ufficio scolastico provinciale, il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ed i gestori delle strade del territorio quali i Comuni, la Provincia di Latina, l’ANAS e l’ASTRAL – Azienda Strade Lazio Spa che, per conto della Regione Lazio oltre a gestire la Rete Viaria Regionale cura il servizio Luce Verde Lazio e sta realizzando il CEREMSS Centro Regionale di Monitoraggio della Sicurezza Stradale del Lazio. Ulteriori partecipanti, inoltre la Motorizzazione Civile, l’ACI, l’ASL, l’ARES 118, la Fmi-Federazione Motociclisti Italiana, l’Unione Autoscuole, l’Associazione Vittime della Strada, Unindustria, ANIA, la Fondazione per la Sicurezza Stradale, il Centro Sportivo Italiano Nazionale Italiana Amputati, la Banca Intesa San Paolo, l’ASI-Circolo Pontino della Manovella, la Società Italiana Educazione Stradale, la Protezione Civile Pontina, la Cooperativa Astrolabio, la Croce Rossa Italiana, l’Avis, Yamaha Moto e CRD.

In Piazza del Popolo a Latina, una intera giornata è stata dedicata alla sicurezza e all’educazione stradale partendo dai più piccoli, dai futuri autisti di veicoli e dalla conoscenza delle regole anche attraverso il gioco. La manifestazione ha visto la partecipazione di oltre 1300 alunni delle classi quarta e quinta delle elementari, nonché dei ragazzi delle scuole medie di primo e secondo grado che sono stati condotti per mano verso la conoscenza di una corretta condotta di guida, mediante una serie di percorsi mirati. La piazza è stata completamente trasformata in un’area espositiva nella quale sono stati allestiti e curati dalle numerose istituzioni ed associazioni che hanno collaborato al progetto appositi stand, che hanno permesso ai ragazzi di conoscere da vicino le varie componenti che contribuiscono alla Sicurezza Stradale da quella umana, all’infrastruttura e al mezzo di trasporto. In merito a quest’ultimo oltre alle caratteristiche e prestazioni di guida dei diversi veicoli presenti in Piazza del Popolo, anche il Pullman Azzurro della Polizia di Stato, allestito al suo interno con una sala multimediale che, attraverso l’uso del linguaggio più usato dai giovani, ha reso fruibile in modo semplice il messaggio che si è voluto trasmettere. Come in una piccola rappresentazione della realtà di tutti i giorni, gli studenti sono stati protagonisti di diversi ruoli (pedone, vigile urbano, autista, ciclista). Sono stati loro illustrati i giusti comportamenti da tenere su una serie di percorsi che hanno replicato da diverse angolazioni (a piedi, in bicicletta, con i pattini, i monopattini o lo skateboard) condizioni diverse di circolazione stradale con tutte le sue regole. Di particolare impatto la simulazione della guida sotto l’effetto dell’alcool attraverso l’uso di occhiali speciali e la simulazione di un intervento di soccorso in un incidente stradale da parte dei Vigili del Fuoco e dell’ARES 118. Vivo interesse tra i ragazzi presenti, ha suscitato il TEATRO SOCIOLOGICO, rappresentazione teatrale incentrata sulla sicurezza stradale, realizzata su un progetto formativo di ASTRAL.

guidalavita

Un momento di riflessione e confronto tra le Istituzioni impegnate nella sicurezza stradale si è svolto nell’area Convegni posta al centro della piazza del Popolo, introdotto dal Prefetto Pierluigi Faloni che, nel sottolineare lo scopo per il quale è stata realizzata questa prima giornata dedicata all’educazione alla sicurezza stradale, ovvero avvicinare i ragazzi alla conoscenza ed al rispetto delle regole del codice della strada, ha ricordato le diverse azioni intraprese dalla Prefettura di Latina, in sinergia con le istituzioni interessate, mirate alla intensificazione dei servizi di vigilanza sulle strade, alla analisi delle situazioni di manutenzione della rete viaria ed al concreto avvio dell’Osservatorio Provinciale sulla sicurezza stradale. Negli ulteriori interventi del Direttore del Compartimento per il Lazio e l’Umbria della Polizia Stradale, in rappresentanza anche del Capo della Polizia, del Dirigente il Nucleo sicurezza stradale di ASTRAL, del Direttore Territoriale dell’INAIL, del Responsabile Vicario dell’Ufficio della Motorizzazione Civile, del Dirigente del Dipartimento Prevenzione della ASL di Latina, e di un rappresentante dell’Associazione Europea Familiari e Vittime della Strada, sono stati illustrati e condivisi dati della Sicurezza Stradale sulle strade del territorio della Provincia, azioni e risultati oltre ad elementi salienti delle normative connesse alla materia tra le quali in particolare si è illustrato il reato di omicidio stradale alla luce della nuova riforma. Particolarmente intensi, ed apprezzati dalla platea, gli interventi dei due atleti della Nazionale Amputati, Luca Zavatti e Emanuele Leone, vittime di incidenti stradali e testimonial della manifestazione, e del Presidente della Associazione Europea Vittime della Strada. Gli alunni e docenti dell’Istituto Comprensivo Giulio Cesare di Terracina hanno presentato un cortometraggio sulla sicurezza stradale, da loro stessi interpretato, realizzato nell’ambito del Progetto Icaro del Ministero dell’Interno.

Il Prefetto ha sottolineato l’importanza dei comportamenti virtuosi degli utenti della strada, ai quali viene chiesto di essere persone coscienti, abili alla guida, rispettosi delle regole ha ringraziato i partners per il prezioso contributo dato alla realizzazione dell’iniziativa ed ha proposto di trasformare l’odierna manifestazione in un appuntamento annuale, un “Forum per l’educazione e la sicurezza stradale” dove ci si confronti sui modelli educativi e sulle problematiche collegate alla circolazione, alla sicurezza stradale e alla mobilità in generale.

L’intervento di ASTRAL si è concentrato sulle nuove metodologie di indagine, effettuate attraverso il CEREMSS Centro Regionale di monitoraggio del Lazio, dei dati di traffico, delle caratteristiche infrastrutturali delle strade, della loro incidentalità e dei costi sociali da essa derivanti. Nel solo anno 2014 si è registrato un costo pro capite medio per la popolazione residente nella Provincia di Latina è pari a circa € 320,00 (comprensivo sia degli Incidenti con danni a persone che di una stima degli incidenti con solo danni a cose) ed un Costo Sociale Totale di oltre 270 milioni di Euro (circa l’10 % del Costo Sociale Totale della Regione Lazio e l’1 % di quello derivante dall’incidentalità sulle strade italiane) con punte considerevoli su Latina (Costo sociale totale di oltre 70 milioni di Euro, Aprila e Terracina di circa € 45 mln, a seguire Fondi e Formia rispettivamente 19 e 17 mln cad).

Si è analizzata la situazione, nel periodo 2001-2014, della SR 148 Pontina in particolare (che collega Roma a Latina e quindi a Terracina, per un’estesa complessiva di Km 109,6). La SR148 è composta da due tratte principali: una a nord, da Roma a Borgo Piave (nella provincia e nel comune di Latina) ed una a sud, da Borgo Piave a Terracina; la prima, costruita negli anni 40 ed ampliata ed ammodernata alla conformazione attuale negli anni 70, presenta una piatta-forma stradale a due semicarreggiate separate da spartitraffico, con due corsie per senso di marcia e svincoli a livelli sfalsati; la seconda, realizzata a partire dagli anni 60, è caratterizzata da piattaforma con una sola corsia per senso di marcia e per lo più intersezioni a raso (oltre a 4 intersezioni a livelli sfalsati nel Comune di Latina ed una quinta nel comune di Terracina). La tratta a sud di Borgo Piave inoltre non presenta spartitraffico centrale, ad esclusione della parte compresa tra la località Borgo Isonzo e l’intersezione con la strada locale Migliara 49 e di due brevi altre parti situate nei pressi rispettiva-mente di Latina (ingresso nel centro abitato da nord) e Terracina (tratta termina-le di raccordo con la SS7 Appia). Nelle figure sono rappresentati gli andamenti per chilometro degli incidenti avvenuti su di essa nel triennio 2012/2014 e l’incidenza del numero dei feriti sui diversi tratti stradali.

incidenti_astral

piantina_astral

In termini di incidentalità stradale la SR148 Pontina è attualmente la seconda strada della Rete Viaria Regionale del Lazio per numero di incidenti (865) e di morti (29), ed in assoluto la peggiore per numero di feriti (1433), terza per incidenza a chilometro dei tassi di incidentalità e di lesività.

Redazionale a Pagamento

logo+regione_1

È SUCCESSO OGGI...