Cinema Metropolitan triste e abbandonato

0
Cinema Metropolitan triste e abbandonato

ARTICOLI IN EVIDENZA

Chiuso. In disuso. Con un progetto fermo sull’uscio della porta del Consiglio Comunale in attesa dell’ultima firma che permetterebbe il rilancio di Via del Corso. Quello dell’ex cinema Metropolitan è ancora un piano di riqualificazione che non riesce a sbocciare per colpa della burocrazia. A rimetterci sono i residenti e i commercianti, oltre al turismo della Capitale. E stavolta è l’ora dell’appello della Confcommercio Roma Centro. Il presidente David Sermoneta ha protocollato un documento in cui si chiede di dare attuazione al progetto di riqualificazione.

“La chiusura dell’ex cinema è ormai avvenuta ben cinque anni fa – si legge nella missiva – e da allora è un posto abbandonato. Abbiamo preso visione del progetto presentato da diverso tempo a Roma Capitale che potrebbe portare a un nuovo sviluppo di quel tratto di strada, con la riapertura del locale che ridarà vita a tutta l’area”. L’appello all’amministrazione è chiaro. Ma in attesa che qualcosa si sblocchi, Via del Corso, lato piazza del Popolo, è sempre più un’area abbandonata a sé stessa. Di notte i clochard si accampano sotto la tettoia dell’ex cinema trovando un riparo per la notte. Di giorno, davanti alle stesse porte del Metropolitan, scatta l’invasione dei venditori abusivi che aprono le loro bancarelle di cartone e occupano il marciapiede. Il risultato, oltre a un’immagine indecorosa per la Capitale, è che il flusso turistico è praticamente scomparso e i commercianti di quel tratto di strada sono sempre più in difficoltà economica. I negozi chiudono, molti imprenditori vanno in sofferenza e chiedono a gran voce di ridare dignità a una delle più belle strade di Roma. Ma in cosa consiste il progetto di riqualificazione del Metropolitan? Gli imprenditori che nel 2010 hanno rilevato l’immobile, già chiuso dalla precedente proprietà, vogliono rimodellare gli spazi interni e metterli a disposizione di un grande brand. In accordo con il Comune, la riapertura del locale prevede anche il mantenimento di una sala cinematografica multimediale di 99 posti che l’amministrazione avrà a disposizione gratuitamente un mese all’anno. Inoltre, nel progetto è prevista l’assunzione 60 persone, solo nella parte commerciale, e il versamento al Comune di oneri per 6,7 milioni di euro da utilizzare per il bene degli spazi pubblici.

“Esprimiamo il nostro parere favorevole – scrive la Confcommercio – al progetto di riqualificazione dell’ex cinema Metropolitan e auspichiamo che lo stesso prenda vita al più presto”. Ma dopo quattro anni quel tratto di strada è ancora terra di nessuno. Basterebbe una firma del commissario straordinario o l’impegno dei candidati sindaci per salvare i commercianti che cercano di sopravvivere in quello che era un tempo uno dei posti più belli del mondo.

 

Daniel Leinad

È SUCCESSO OGGI...

ROMA, RITROVA LA SUA BICICLETTA RUBATA SU UN PORTALE DI ANNUNCI ONLINE

0
Qualche giorno fa aveva sporto la denuncia di furto della sua bicicletta ma poi, sbirciando sul web in cerca di qualche offerta per acquistarne un’altra, l’ha ritrovata in vendita su un portale...