Eurovision Song Contest, Francesca Michielin “on the road” verso Stoccolma

0
Eurovision Song Contest, Francesca Michielin “on the road” verso Stoccolma

ARTICOLI IN EVIDENZA

Il più grande concorso canoro europeo è alle porte: domani sera in onda su Rai4 le semifinali dell’Eurovision Song Contest, finale su Rai1 sabato 14 con le voci fuori campo di Flavio Insinna e Federico Russo.
IL CONCORSO – Nato nel 1956, la gara era emblematica del cambiamento, con paesi fino a pochi anni prima in guerra tra loro, partecipanti insieme a un concorso di canzoni. Negli anni 2000 è diventato il più seguito spettacolo televisivo europeo dopo gli eventi sportivi. Nel 2015 si stima che oltre 200 milioni di persone abbiano assistito all’evento. La manifestazione si svolge tradizionalmente nel paese vincitore del concorso precedente: la Svezia ha vinto la scorsa edizione con il brano “Heroes”, cantato da Mans Zemerlow, dunque scenario della manifestazione sarà la Globe Arena di Stoccolma. Per la 61ª edizione dell’Eurovision Song Contest, 42 brani in concorso. Oltre agli europei, in gara anche cantanti provenienti da stati non appartenenti alla Ue, come ad esempio Israele e Azerbaigian, purchè le televisioni pubbliche dei rispettivi paesi siano aderenti all’Ebu (European Broadcasting Union).  Dal 2015 partecipa al concorso anche l’Australia, paese in cui è seguitissimo.
PER L’ITALIA – A rappresentare il nostro paese Francesca Michielin con il suo pezzo-tormentone sanremese “Nessun grado di separazione”, per l’occasione tradotto in “No degree of separation”. La giovanissima interprete, affermatasi con Ia vittoria a X Factor nel 2011, ha avuto grande successo anche con il brano Magnifico, che in duetto con Fedez ha fruttato ben cinque dischi di platino nel 2014. Quest’anno ha partecipato al Festival di Sanremo nella categoria campioni e si è classificata seconda dopo gli Stadio (con Un giorno mi dirai). Francesca è in viaggio per Stoccolma a bordo di un autobus, accompagnata da tutti i suoi strumenti, partendo da Bassano del Grappa, in 6 tappe: Vienna, Varsavia, Berlino, Copenhagen per approdare infine alla capitale svedese. In ogni capitale appuntamenti con i “fan eurovisivi”, incontri con alcuni dei cantanti in gara ed estemporanee live session.
CURIOSITA’
•    La classifica finale si compone sommando i voti espressi dalle giurie, con peso del 50 per cento, e quelli provenienti dal televoto (altro 50 per cento).
•    Ogni paese esprime il proprio voto sia col televoto che con una giuria formata da professionisti del settore musicale: quest’anno per l’Italia ci saranno la giornalista Stefania Zizzari, l’autore Max Novaresi, il blogger Alessandro Pigliavento, la conduttrice Andrea Delogu e lo showman Paolo Belli.
•    Ogni singola giuria non può votare per il concorrente della propria nazione.
•    L’Italia è tornata nel concorso nel 2011, dopo una lunga assenza.
•    Nel 2011 Raphael Gualazzi si è classificato 2°; nel  2012 Nina Zilli si è piazzata al 9° posto; nel 2013 Marco Mengoni è arrivato 7°; nel 2014 21ᵃ posizione per Emma Marrone; nel 2015 Il Volo è risultato 3° in classifica ma ha vinto con ampio margine il televoto pan-europeo.
•    L’Italia ha vinto due volte, con Gigliola Cinquetti nel 1964 (Non ho l’età) e con Toto Cutugno nel 1990 (Insieme). Gli Abba hanno vinto nel 1974 con Waterloo, Céline Dion nel 1988 in rappresentanza della Svizzera. Domenico Modugno con Nel blu dipinto di blu arrivò terzo nel 1958.
•    Si potrà interagire con lo spettacolo eurovisivo anche attraverso i social. Negli ultimi anni l’Eurovision Song Contest è stato tra i programmi di intrattenimento Rai che hanno generato il maggior numero di tweet. Si potrà interagire utilizzando gli hashtag #eurovision e #escita.

Angela De Vito

È SUCCESSO OGGI...

ROMA, RITROVA LA SUA BICICLETTA RUBATA SU UN PORTALE DI ANNUNCI ONLINE

0
Qualche giorno fa aveva sporto la denuncia di furto della sua bicicletta ma poi, sbirciando sul web in cerca di qualche offerta per acquistarne un’altra, l’ha ritrovata in vendita su un portale...