Rai, nel prime time non convince: Bonolis stravince

0
Rai, nel prime time non convince: Bonolis stravince

ARTICOLI IN EVIDENZA

Aldo Grasso non abita qui. E neanche Riccardo Bocca. Qui si onora la memoria di Claudia Vinciguerra e degli italiani medi. Quelli che non si capacitano.

VENERDI’ NERO IN RAI non siamo a fare i fini intellettuali, ma possiamo farci delle domande. Perché la gente di venerdì sera segue “Ciao Darwin”? L’unica spiegazione plausibile potrebbe essere il classico “non c’è nient’altro da vedere”. Ma non è così: venerdì c’era l’ultima puntata di Laura&Paola! Voglio dire, non bastasse la bravura delle conduttrici, si inizia con Beppe Fiorello, ospiti Biagio Antonacci, Eros Ramazzotti, recitativi, gag, cambi d’abito per la Pausini che manco a Sanremo… una qualità di performance e di regia decisamente superiori alla media. E invece tutti a vedere su Mediaset  la surreale divisione tra blocchi di “Io so’ io” versus “Noi non semo” . Premesso che Il marchese del Grillo l’ho visto vent’anni dopo solo per dovere di cittadinanza, il top della serata era una sedicente aristocratica vestita da Barbie Geriatria, contro una squadra di persone qualsiasi mediamente sfigate però trucide. Ciao Darwin mi sembra la solidificazione della tv dileggiata da Arbore in “Indietro tutta”, solo che sono passati trent’anni…ed è tutto vero! A parte che sarà pure preparatissimo e trascinante, ma Paolo Bonolis mi faceva venire il mal di testa già quando conduceva Bim Bum Bam. E quindi? Perché ha quel seguito? Il 27,04% contro i 19,55% di Laura&Paola. Non riesco a capirlo, aiutatemi voi.

SABATO GRIGIO Anche ieri sera smacco per RaiUno, con Ballando superato di due punti da Amici serale, che ottiene il 21,47% di share. Qui la qualità delle performance è innegabile, così come la costruzione dello spettacolo che ha raggiunto livelli altissimi. Mi ripeto: preferisco la Ferilli alle stravaganti Oxa e Bertè come giudici; quanto a Morgan, che adoro soprattutto nell’esercizio della sua specialità, la “fuffologia”, mi chiedo come farebbe se gli togliessero la tazza. Cortocircuito da Milly che si dedicava a momenti “à la Defilippì” con un’invasione di mamme, nonni e figli in pista per attirare la lacrima in questa semifinale un po’ fiacca. Stavolta mi uniformo alla massa e dico: brava Maria, mi sei piaciuta.

Angela De Vito

È SUCCESSO OGGI...