Capena, caso Ristich: la replica di Mirta Paganelli, segretario politico de “Il Maestrale”

0
Capena, caso Ristich: la replica di Mirta Paganelli, segretario politico de “Il Maestrale”

ARTICOLI IN EVIDENZA

Riceviamo e pubblichiamo.

Gentile Direttore, gentile redazione
Sono Mirta Paganelli, segretario politico de “Il Maestrale”, movimento civico impegnato nel territorio comunale di Capena. Ho letto con molta attenzione l’articolo da voi pubblicato in data 14 aprile 2016, dal titolo “A Capena arriva il “ribaltino” del consigliere Ristich”, e sono qui a chiedervi gentilmente spazio per alcuni precisazioni.
“Innanzitutto non è vero che in maggioranza c’è stato solamente lo spostamento di una persona, in maggioranza è passato “Il Maestrale”, di cui Alessandro Ristich è presidente e capogruppo in consiglio comunale da anni. Al contrario di quanto traspare dal pezzo firmato da Barbara Scarafoni, peraltro nota militante del Partito Democratico sin dalla giovane età e già consigliera comunale di opposizione.
Inoltre, in merito alle voci della Presidenza del consiglio comunale per Ristich, sono pura invenzione. Per accettare la richiesta che il sindaco ci faceva ormai da quasi 2 anni, infatti, volevamo incarichi istituzionali importanti che ci permettessero di avere un peso all’interno della giunta e di incidere concretamente sull’azione amministrativa a favore del bene dei cittadini. Li abbiamo ottenuti e Ristich è stato nominato assessore ai Lavori Pubblici e al Personale.
Entrando, invece, nel merito delle dichiarazioni del consigliere Campanale del Pd, esse risultano quantomeno fantasiose. I fatti dimostrano che la precedente amministrazione era stata messa in crisi dalla durissima, quotidiana e pressante opposizione fatta da Ristich e dal gruppo “Il Maestrale”, attraverso una azione istituzionale incessante: interrogazioni, esposti alla Procura, richieste di intervento del Prefetto, denunce legali e mediatiche, manifestazioni sul territorio, raccolte firme, manifesti settimanali. Insomma, un impegno concreto e mirato, purtroppo vanificato dal Pd che, accettando di passare in maggioranza, andando a fare da stampella ad una maggioranza che non aveva più i numeri, ci ha impedito di tornare al voto, e ha fatto pagare ai cittadini 5 anni di amministrazione immobile che ha portato la città di Capena a uno stato di degrado mai vissuto prima. Nel contesto amministrativo attuale, invece, le cose sono totalmente opposte: la maggioranza, in cui siamo convintamente entrati, è coesa, forte, non ha perso pezzi. Semplicemente, il sindaco, persona lungimirante e intellettualmente onesta, ha avuto l’umiltà di chiederci collaborazione affinché questa amministrazione potesse essere più incisiva e concreta, anche tramite l’esperienza e le competenze acquisite da Ristich. E noi abbiamo accettato. Siamo certi di poter fare bene e di dimostrare con i fatti che sappiamo lavorare per il bene della comunità di Capena.
In merito alle dichiarazioni di Pelliccia del Fattore P, oltre che essere imprecise, sfiorano quasi la falsità. Ecco perché: in merito all’aumento della tassa sui rifiuti è stato chiaramente spiegato in Consiglio comunale, dalla vecchia giunta, che questo è dovuto a un incremento dei costi del servizio, dedicato ai cittadini e non alle aziende. Sul rinnovo del servizio di trasporto, inoltre, Pelliccia omette di dire che la vecchia amministrazione aveva portato in Consiglio comunale il punto, il giorno prima che la convenzione scadesse. Dall’opposizione abbiamo puntualizzato che la situazione di urgenza ci avesse di fatto impedito di valutare eventuali offerte migliori e che non potendo fare altro, per salvare il salvabile, proponevamo tre emendamenti migliorativi a garanzia dei cittadini. Pelliccia e i suoi colleghi di opposizione in maniera egoistica e illogica non li hanno votati.
Chiosa finale: nella seduta di consiglio del 12 aprile scorso, si è ratificato il nostro passaggio in maggioranza. Non siamo stati noi a decidere i punti all’ordine del giorno, peraltro frutto del lavoro della vecchia giunta, su cui non avevamo alcun potere, se non quello di oppositori. Dunque, vogliamo essere giudicati in base a quello che questa amministrazione saprà fare da oggi in futuro, e non per il regresso: non abbiamo la bacchetta magica… per i miracoli ci stiamo attrezzando. Quindi, quelle dei consiglieri di minoranza Pelliccia e Campanale ci sembrano delle argomentazioni piccole piccole; di chi, consapevole della propria pochezza istituzionale, cerca gloria mediatica screditando gli altri. Un atteggiamento che non possiamo accettare e che rispediamo al mittente.
“Il Maestrale” ha dibattuto per mesi sull’opportunità di fare questa scelta e alla fine ha deciso quello che sembrava più utile per i cittadini, piuttosto che lasciare Capena nell’immobilità ancora per 3 anni. Anche chi, tra gli esponenti de “Il Maestrale”, era più scettico, rispetto alla maggioranza del gruppo, ha accettato di impegnarsi responsabilmente a sostenere Ristich. “Il Maestrale” è unito e continuerà a lavorare per permettere a Ristich di ottenere risultati che lascino il segno. Altro che ribaltino. Questa nuova maggioranza, rimarrà in piedi fino a quando i patti di rispetto e di buongoverno, che abbiamo preteso, verranno mantenuti. In caso contrario, non avendo interessi personali, come ci siamo entrati, ne usciremo, senza fare sconti a nessuno. Per il momento, siamo certi che esistano tutti i presupposti per fare un buon lavoro”.

Mirta Paganelli, segretario politico de “Il Maestrale”

È SUCCESSO OGGI...

Lancia sassi contro un furgone per rapinarlo: paura a Roma

0
I Carabinieri della Stazione Roma Casal Bertone hanno arrestato un 19enne della Costa d'Avorio, senza fissa dimora, con l'accusa di tentato furto aggravato.Transitando su via Tiburtina, altezza Casal Bruciato, i Carabinieri hanno...

Processo d’appello per i due balordi che hanno paralizzato il giovane nuotatore Bortuzzo

0
Il 3 febbraio 2019 con un colpo di pistola due balordi sparano al  ventenne nuotatore Manuel Bortuzzo paralizzandolo su una sedia a rotelle. Oggi la Procura generale ha chiesto la conferma in appello della...

Minorenne colpisce un uomo al volto con una bottiglia: paura a Fiumicino

0
I Carabinieri della Stazione di FREGENE hanno dato un volto al giovane che, alle prime luci di domenica mattina, al culmine di una lite, scaturita per futili motivi, ha impugnato una bottiglia...
cronaca di roma

Roma, lei vuole il divorzio, lui finge di volersi suicidare. Poi accade l’incredibile

0
E’ successo ieri nel primo pomeriggio, all’interno di un appartamento nel quartiere nomentano. Marito e moglie iniziano a discutere perché lei vuole il divorzio, la lite degenera e lui prima la insulta,...

RAGGI: ‘STRADE NUOVE’, ECCO VIA APPIA PIGNATELLI

0
"A Roma continua il programma#StradeNuove. Oggi siamo nella periferia sud est, in via AppiaPignatelli. Si tratta di una delle arterie di traffico checonsente l'ingresso in citta' per migliaia di romani ognimattina. Il...