Dolcenera, biografia del braccio forte di The Voice of Italy

0
Dolcenera, biografia del braccio forte di The Voice of Italy
Dolcenera

ARTICOLI IN EVIDENZA

“…..Nera che non si vedeva da una vita intera così dolcenera nera, nera che picchia forte che butta giù le porte”. Ecco. Una che si sceglie come nome d’arte Dolcenera, ha già fatto la sua dichiarazione d’intenti. Che piaccia o meno De Andrè, le sue immagini erano sicuramente forti.

DOLCENERA – UNA VITA IN MUSICA

Così vuole essere la nostra protagonista, Emanuela Trane aka Dolcenera, cantautrice e conduttrice tv originaria di Galatina. Lineamenti decisi e braccio… di ferro, la nostra assurge alla gloria degli schermi con Sanremo 2003, dove vince con “Siamo tutti là fuori”. L’anno successivo si rintana nella Music Farm di Rai Due, dove la ricordiamo gattamorteggiare con un incauto Baccini. La ragazza era ancora tenerella, seppure già temprata nel fisico. Cinque Sanremo dopo, qualche hit e vari generi musicali esplorati, la nostra torna in un talent-show, stavolta come giudice. E finalmente si sfoga, non solo sulla tastiera, con la quale intrattiene un turbinoso rapporto fisico.

LA POLTRONA CHE NON GIRA MAI

Tra i giudici di The Voice è decisamente la più severa: tra Emis Killa ragazzo di strada ma non ragazzaccio, la Carrà dea del pop kitsch e Max Pezzali papà buono, sicuramente spicca per le sue maniere… muscolari. Non si perita di mostrare i suoi bicipiti da ercolina con i suoi outfit aggressivi e brillanti né di alterare i lineamenti in frequenti smorfie tra sconcerto e disgusto. Insomma, ce n’è abbastanza per farne un personaggio, in tutti i sensi. E ha colto la palla al balzo Lucia Ocone, che in “Quelli che il calcio” ne fa un’imitazione quasi perfetta. “Ciao patatoni – esordisce la cantante “fake”, seduta o meglio buttata sulla poltrona di giudice – Voi mi piacete. Mi piacete tanto. Quando ho sentito le vostre voci mi sono arrivate delle vibrazioni interessanti… come posso dire? La capacità di contaminarvi l’un l’altro mi sorprende. Quello che fate voi io lo faccio da quando ho due anni. Cosa? Sparare minchiate”. Forse fisicamente può ancora lavorarci, ma nello spirito la Ocone ha centrato in pieno la caratterizzazione. Aspettiamo allora con ansia la nuova puntata di stasera, non tanto per i nuovi talenti, quanto per le nuove istrioniche performance della giudice più nerboruta dei talent italiani.

Leggi anche: The Voice, Charles Kablan incanta tutti con Hello di Adele: il video

Angela De Vito

È SUCCESSO OGGI...