Cecco e Cipo al Monk di Roma il 25 marzo

0
Cecco e Cipo al Monk di Roma il 25 marzo
Cecco e Cipo

ARTICOLI IN EVIDENZA

C’eravamo lasciati con oltre 100.000 fan su Facebook, con un tour di oltre 90 concerti premiato al Mei per essere stato il più lungo in Italia nel 2015, con 2.000.000 di visualizzazioni Youtube per il video delle audizioni X-Factor con “Vacca Boia”,  con “Roba da Maiali” nella classifica iTunes Official Top 10 Album; con “Vacca Boia” e “Stella d’Irlanda” nella Playlist Viral 50 Italia di Spotify.  Ma non c’è tempo da perdere. Simone Ceccanti e Fabio Cipollini, alias Cecco e Cipo, dopo “Lo Gnomo e Lo Gnu” tornano a due anni di distanza con un sorprendente album intitolato “Flop” anticipato in radio dal singolo “Non voglio dire” il cui video è visibile al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=cNfLgx0R90s

TRACK BY TRACK “FLOP”

01. URAGANO
Non è detto che un rapporto sia sempre rose e fiori! E anzi, a volte sembra che le tensioni siano più forti di un uragano. Tuttavia, è possibile superare queste difficoltà, affrontandole senza paura e soprattutto rimanendo uniti, anche se finché non sarà passata la tempesta, forse, converrà rimanere al riparo.. per poi uscire dall’uragano più forti di prima!

02. NON VOGLIO DIRE
Come dicevano fin dai loro tempi i nostri avi, la botte piena e la moglie ubriaca non si possono avere. Bisogna insomma giungere a compromessi, che si tratti di vino, donne, o semplicemente della nostra vita. Tenete a mente però, che in ogni situazione, anche la più auspicabile, c’è un momento in cui lo si piglia, direttamente o no, in quel posto.. quindi, occhio, o per meglio dire.. CULO!

03. AMORE A STRISCE
Un giovane acerbo amore, lui perso d’amore per un ragazzina, un amore che cresce, piano piano, di nascosto sia da parte di lei, che da parte di lui, non arrivando mai però mai ad una scelta decisiva. Così, lui le dedica una canzone, sperando di trovare un giusto accordo per stare bene insieme.

04. NOSTALGIA
Io e Cipo abbiamo sempre sognato di farci gli anni ’60/’70/’80.. in questo disco poi, si nota particolarmente, con pezzi come questo, o rock’n’roll.. ci piaceva quando non c’erano i cellulari, e se dovevi trovarti con gli amici avevi il tuo ritrovo al circolo più vicino, dove ti recavi libero da orari.. ma non l’abbiamo mai provato, anche se sappiamo che questo succedeva non molto tempo fa! Ci sarebbe piaciuto vedere in prima tv la serie “happy days”, o leggere la prima stampa di Dylan Dog, o assistere all’esibizione di Rino Gaetano a Sanremo, quando la sua “Gianna” arrivò terza.. Ci sarebbe piaciuto, ma adesso ci rappiamo su.

05. CITA
Come vi sentireste, se la vostra presunta fidanzata tutto a un tratto sparisse dalla giungla in cui vivete per spostarsi in uno zoo? Questo gorilla sentimentalone ce lo racconta (o almeno prova) scrivendo una lettera con le sue mani pelose indirizzata alla sua Cita. Destinazione della lettera? Lo zoo di Saint Tropez, Francia. Speriamo che  Cita si faccia risentire.

06. MA L’ AMORE CHE COS’E’
Una canzone giocosa che parla di una coppia innamorata che ha voglia di fare sempre l’amore, e lo fanno proprio ovunque, nonostante gli occhi addosso di un gatto, che ti fissa in silenzio, e ti mette solo in imbarazzo, o nonostante tutta la gente che puoi trovarti intorno, come ad una festa, o in casa dei vicini, in una villa, c’è sempre un posticino nascosto dove si può fare l’amore, in silenzio.

07. IO SONO INCAZZATO
E’ vero che cecco e cipo ridono sempre (o almeno cipo) ma possono essere incazzati anche loro, no? Questo è il brano più incazzato che abbiamo fatto (il che è tutto dire), e non chiedeteci perché. Ci eravamo semplicemente svegliati male, capita.

08. ROCK’N’ROLL
Un tributo agli anni d’oro del buon Rock’n’Roll di Johnny Cash, Jerry Lee Lewis o i fantastici Beatles. Dove era tutto più vero e meno virtuale, dove c’era più coraggio e tanta innovazione nella musica, e poi i vecchi dischi, il juke box, il ciuffo sempre presente, un ballo con una sconosciuta.
Un semplice modo per omaggiare un’arco di tempo, determinate per la storia della musica.

09. E LE FOGLIE CHE SORRIDONO
In realtà questo brano è uno dei più “vecchi” di questo album.. è stato scritto nel 2012, quando la Fondazione Opera Diocesana Assistenza (ODA) di Firenze, che si occupa di riabilitare ragazzi portatori di disabilità fisiche, psichiche, sensoriali o miste, ci commissionò un brano che poi avremmo dovuto eseguire live alla festa di questa onlus. Per entrare nello spirito dell’iniziativa,e per stimolare la stesura della canzone, decidemmo di passare un pomeriggio in compagnia di questi ragazzi, e questo è il risultato di quel pomeriggio.

10. IL CENTRO COMMERCIALE
Cecco lavorava per un’azienda leader nella tecnologia, dentro un centro commerciale. Davvero. Vendeva telefoni, il problema è che ne vendeva troppi. Anche mentre dormiva si sognava di vendere telefoni ad improbabili clienti notturni. Questa esperienza di sei mesi, seppur straziante, non è stata del tutto da buttare. Al centro commerciale si ha la possibilità di osservare da vicino la natura dell’essere umano.

11. VIVERE ALLA MEGLIO
Perseguire i propri sogni sempre, cercare con tutte le forze di portarli a compimento è una cosa che noi prima di tutti ci raccomandiamo di fare. Il povero Abdullah, però, purtroppo deve rendersi conto che il suo sogno assomiglia più a un segreto, che deve rimanere tra lui ed il suo letto.

12. JAZZ CLUB
Via De i Caccini n°3.
Un’ insegna soffusa, gialla, da film, delle scale che vanno giù invece che su.
Un buco, a volte troppo piccolo a volte troppo grande, un posto per tanti, ma non per tutti, una distrazione, un amico, una favola, un posto fisso, una tradizione, una notte di Firenze, un luogo tutto  nostro e basta. Una via triste, buia, spenta, poi partiva il Jazz e diventava la via più bella della Città.
Un posto dove ti poteva passare davanti anche la ragazza più bella del mondo, per noi, c’era solo il Jazz, il Jazz Club, chi lo suona, e la buona musica.

13. OTTO E MEZZO
Una storia, omaggio ad un film, un incontro, fugace, ma d’impatto, un piccolo sentimento proibito, negato e mai iniziato, un uomo, la notte, un’ora ben precisa, un Mastroianni alle prese co i suoi amori veloci e silenziosi, in una piccola bugia, un amante vero e proprio della notte.

Cecco e Cipo sono un’esclusiva di Musiche Metropolitane

Ecco le prime date del Flop tour 2016
12/03 Locomotiv, Bologna
18/03 Arci Bellezza, Milano
19/03 Flog, Firenze
25/3 Monk clu, Roma
1/4 Sonar, Colle di Va D’Elsa
02/04 Teatro Verdi, Santa Croce (PI)
7/4 Teatro Miela, Trieste
08/04 Lumiere, Pisa
09/04 I Love Cocaine, Montichiari (BS)
15/4 Stazione Guass, Pesaro
16/04 110Caffè, Perugia
06/05 Blah Blah, Torino

Etichetta: Labella (Matteo Guasti – info@labellastudio.it)
Booking: Musiche Metropolitane (Luca Zannotti – tel. 349 09 34 169 info@musichemetropolitane.it )
Ufficio stampa: Red and Blue – Marco Stanzani stanzani@redblue.it
Musiche Metropolitane – Federica Sessa – federicasessa.f@gmail.com

BIOGRAFIA

Esclusi dallo Zecchino d’Oro, ignorati dal Festivalbar, boicottati dagli MTV Awards, Cecco e Cipo debuttano nel 2010 con l’EP “Dall’origine”, autoprodotto.
I due, di Vinci, muovono i primi passi da musicisti tra recite natalizie e circolini. Cecco è diplomato in ragioneria, ama la storia dell’ arte e il gioco del calcio. Cipo è diplomato in grafica pubblicitaria, balla lo swing, è un giocoliere e ama giocare a calcio. Entrambi hanno studiato teatro. Nel Dicembre del 2011 esce il loro primo album “Roba da Maiali” prodotto da Matteo Guasti di Labella, attuale produttore e manager, che piace a grandi e piccini e colleziona una lunga lista di recensioni positive. Non riuscendo a farsi inserire nella programmazione dei locali, si fingono per un periodo un’agenzia di booking, e grazie ad essa, cominciano a suonare anche oltre il confine toscano.
Il 16 Giugno del 2014 esce “Lo Gnomo e lo Gnu” prodotto da Labella. Suonano in tutto lo Stivale, condividendo il palco con Fabrizio Moro, Franco Califano, Nobraino, Zen Circus, Ivan Cattaneo, Vinicio Capossela, Bobo Rondelli, Piotta, Levante, Lo Stato Sociale, Marta sui Tubi, Brunori Sas, etc etc.
Nel Gennaio 2013 sono i Vincitori del “Premio Rivelazione Sete Sóis Sete Luas 2013” come miglior gruppo toscano, strappano cosi i biglietti per esibirsi in Portogallo.
Nel Settembre 2014 X-Factor 8 vede la band esibirsi per le audizioni sul palco di Sky di fronte ai giudici dove cantano Vacca Boia. Vengono definiti dalla stampa i protagonisti di X Factor 8 diventando trending topic su Twitter per settimane con l’ashtagh #VACCABOIA, lo stesso si ripeterà dopo l’ eliminazione ai Bootcamp, e i loro video raggiunge in poche settimane quasi 2 milioni di visualizzazioni. Rimangono per due settimane in Top Ten su iTunes tra gli album più venduti in Italia, entrano in classifica F.I.M.I e sono tra gli artisti più scaricati su Spotify.
Inizia la collaborazione con Luca Zannotti di Musiche Metropolitane, e il loro #Vaccaboia Tour conta 100 date in un anno tra club soldout e piazze italiane..
Il 3 Ottobre 2015 vengono premiati dal M.E.I. di Faenza con un premio speciale per il loro unico tour, come la band piu attiva dell’ anno. Nell’ Ottobre del 2015 Francesco Tricarico li chiama per fare una tournée insieme, che porterà il loro spettacolo nei migliori club italiani e nei grandi teatri.
Da Aprile 2015 la domenica pomeriggio sono ospiti a “Quelli che il calcio…” su Rai Due condotto da Nicola Savino.

(ph NIKO GIOVANNI CONIGLIO)

È SUCCESSO OGGI...