La Scozia punisce l’Italrugby

0
La Scozia punisce l’Italrugby
Foto archivio

ARTICOLI IN EVIDENZA

La Scozia punisce l’Italrugby. Nella terza giornata del 6 Nazioni 2016 i britannici vendicano la sconfitta subita 12 mesi fa a Murreyfield imponendosi per 36-20 sull’Italia, tornando alla vittoria dopo nove sconfitte nel torneo e condannando i ragazzi di Jacques Brunel all’ultimo posto della classifica ancora a secco di vittorie.

A decidere la gara, la precisione al calcio di Greig Laidlow, capitano della Scozia, che chiuderà con 19 punti ed una media di sette calci trasformati su 8. Dal punto di vista del gioco la Scozia è stata capace di prendere in mano le redini dell’incontro sin dall’inizio, gestendo poi il vantaggio conquistato.

L’inizio sembra promettere bene per gli azzurri, che dopo 8 minuti passano in vantaggio con un calcio realizzato da Kelly Haimona, ma la risposta scozzese non si fa attendere e, complice una difesa azzurra non sempre impeccabile, gli Highlanders cercano il primo break grazie alle mete di Barklay e Hardie, entrambe trasformate, da Laidlaw che, grazie anche ad una punizione permette alla Scozia di portasi avanti 17-3 dopo venticinque minuti di gioco. La meta di Ghiraldini, al termine di una ottima azione offensiva da parte degli azzurri permette all’Italia di arrivare alla pausa di metà gara sotto di 7 lunghezze (17-10).

Nella ripresa gli azzurri tentano una rimonta, ma le idee sono confuse e la Scozia riesce a mantenere il vantaggio grazie ai calci di punizione messi a segno dal loro capitano. Una meta di Fuser e una situazione di superiorità numerica riaccende le speranze per l’Italia, ma capitan Parisse e compagni non riescono a concretizzare il vantaggio.

Nei minuti finali un intercetto su passaggio di Bellini permette agli Highlanders di trovare la meta finale che, trasformata da Laidlaw fissa il risultato sul definitivo 36-20. Una sconfitta che condanna l’Italia al probabile “cucchiaio di legno”.

“Da parte di tutti c’è una grande delusione. – commenta a fine gara il Capitano Sergio Parisse-Volevamo fare una buona partita e vincerla. Brava la Scozia a metterci in difficoltà e a gestire la partita. Nella seconda parte di gara c’è stata un nostro tentativo di reazione, ma ancora una volta i nostri avversari sono stati bravi a fermarci.”

È SUCCESSO OGGI...