Soldi nascosti nella fodera di una valigia e droga in casa

0
Soldi nascosti nella fodera di una valigia e droga in casa
Soldi Nascosti

ARTICOLI IN EVIDENZA

Beccato con soldi e droga. Nonostante la condanna agli arresti domiciliari, che stava scontando con tanto di braccialetto elettronico, proseguiva la sua “attività” di spaccio. A essere scoperto dagli agenti della polizia di Stato del Commissariato Salario-Parioli  è stato un 37enne peruviano nuovamente arrestato ieri pomeriggio.

IL SOSPETTO

Ad insospettire i poliziotti – coordinati dal dr. Domenico Condello – è stato un notevole “via-vai” notato provenire da un palazzo di via Rocco Pagliara; da immediati accertamenti, gli investigatori hanno verificato che nello stabile era residente un uomo che stava scontando una pena agli arresti domiciliari.
Al termine di alcuni specifici appostamenti hanno deciso di intervenire perquisendo l’appartamento in questione.

I SOLDI E LA DROGA

All’interno gli agenti hanno trovato diverse dosi di cocaina, 3 bilancini di precisione e circa 200 grammi di sostanza da taglio; ben occultati invece dentro la fodera di una valigia sono stati trovati e sequestrati soldi in contanti, precisamente 26.700 euro, probabile provento dell’ illecita attività.
Il cittadino peruviano è stato arrestato e condotto in carcere.

Rapina da film invece sulle strade della capitale. Per costringere una donna a fermarsi per rapinarla non hanno esitato a gettarsi sul cofano della sua auto e infrangere il vetro. E’ accaduto nella notte su via Prenestina. A finire in manette due cittadini albanesi, arrestati dagli agenti del Reparto Volanti. Ad attrarre l’attenzione dei poliziotti impegnati nei consueti controlli notturni è stata una autovettura ferma  su via Prenestina, con il parabrezza anteriore infranto e gli sportelli aperti che, alla vista della pattuglia, ha ripreso repentinamente la marcia.

RAPINA DA FILM

A bordo, tre persone, due uomini ed una donna al posto di guida. Gli agenti della Polizia di Stato hanno deciso di vederci chiaro ed hanno fermato l’auto. I due uomini, appena scesi, sono apparsi subito particolarmente insofferenti al controllo e, cercando di non farsi scorgere, hanno gettato in un cespuglio un telefono cellulare. A chiarire quanto accaduto poco prima è stata la donna che, in stato di shock, ha riferito agli agenti di essere stata appena rapinata dai due, saliti a bordo dell’auto dopo averla costretta a fermarsi ponendosi davanti alla vettura mentre uno dei due saltava addirittura sul cofano infrangendo il parabrezza, probabilmente con lo scopo di simulare un investimento.

Leggi anche: Meteo Roma, ancora allerta della protezione civile

LA MINACCIA

Poi, sotto la minaccia di un coltello, si erano fatti consegnare  il telefono cellulare dalla donna, il medesimo gettato in terra al momento del fermo e recuperato dagli agenti, costringendo la donna a rimanere alla guida dell’auto.
Condotti in commissariato, i due uomini di 24 e 21 anni, sono stati arrestati per rispondere di rapina aggravata in concorso. Uno dei due, inoltre, è risultato essere colpito da divieto di dimora nella Capitale.

Leggi anche: Montalbano, è Sonia Bergamasco la nuova Livia. Anticipazioni prima puntata

Leggi anche: Rai Uno, Io non mi arrendo: la vera storia di Roberto Mancini

È SUCCESSO OGGI...