Cani, è allarme furti a Roma e nel Lazio

0
Cani, è allarme furti a Roma e nel Lazio

ARTICOLI IN EVIDENZA

Allarme furti cani a Roma e nel Lazio. Sempre più numerosi sono i poveri e amati  animali che cadono nelle mani di individui senza scrupoli e organizzazioni criminali. In città sono segnalati camion sospetti dove vengono caricati a forza  e fatti sparire. L’AIDA (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente ), ha reso noti dati allarmanti riguardo questo odioso fenomeno che troppo spesso passa sotto silenzio: ogni 15 minuti scompare un cane, ovvero spariscono circa 100 cani al giorno vale a dire 35.mila cani l’anno.

TIPOLOGIA DI CANI FATTI SPARRIRE

Più della metà sono cani di piccola taglia, soprattutto di sesso femminile, smistati in allevamenti abusivi in Romania e usati per la riproduzione. I furti su commissione riguardano anche cani di grossa taglia preferibilmente di razza, come i pastori tedeschi, che avvengono dentro le case, nei giardini  privati, nelle auto dove i proprietari li lasciano soli, anche momentaneamente, o nei parchi e  aree apposite. I cani di grossa  e media taglia sono spesso inviati in Svizzera e Germania e destinati alla sperimentazione e vivisezione cosmetica e farmacologica o rischiano di diventare carne da macello per l’addestramento di cani da combattimento. I cuccioli vengono rapiti spesso dagli zingari che li usano per l’accattonaggio perchè, a quanto pare, rendono fino a 400€ al giorno. Inoltre ci sono i rapimenti a scopo di estorsione che riguardano cuccioli molto pregiati, è preoccupante il furto di chihuahua, che però non tornano quasi mai a casa.

Leggi anche: Orrore al Tuscolano: accoltella uomo e gli dà fuoco

ORRORE SUBITO DAGLI ANIMALI

Altri ancora sono tritati, anche vivi per fare mangimi destinati ad altri animali.  Si invita a fare denuncia di furto o rapimento in modo da obbligare l’apertura di un indagine. Altro odioso e nauseante fenomeno in crescita è quello della zooerastia , stupro degli animali. Un episodio, purtroppo non isolato, è avvenuto a San Polo dove una cagnolina Husky è stata narcotizzata con il valium e stuprata da più persone, su di lei  infatti è stato rinvenuto sperma umano. La cagnolina, con emorragia in atto, sottoposta ad intervento chirurgico, ora sta meglio. Sempre a San Polo è stato stuprato e seviziato un mastino  martoriato in una pratica erotica con una donna e un trans e ancora a Roma un molosso, Bull , è stato salvato dai volontari  e curato dai veterinari  che gli hanno dovuto ricucire l’ano e amputargli il pene a causa delle sevizie e dalle violenze sessuali subite. Sta meglio  nel corpo, ma queste  povere creature hanno un’anima, devastata dalla ripugnante crudeltà dell’uomo. Riusciranno mai a recuperare la fiducia nel genere umano a cui in questi casi ci si deve vergognare di appartenere? Neanche i poveri cani sono immuni dalla violenza più brutale e dagli abusi sessuali. Che diavolo sta succedendo? come si può far passare in silenzio questa barbarie che si sta diffondendo in modo preoccupante e che suscita orrore e schifo? Approfondiremo una inquietante situazione di sevizie e maltrattamenti su cani e gatti  che sta avvenendo a Gallicano su segnalazione di volontari e dello stesso parroco.

Leggi anche: Cani di razza svaniti nel nulla

Gilda Tucci

È SUCCESSO OGGI...