Il virus Zika arriva a Roma: infezione confermata in paziente italiano

0

Il temuto virus Zika è arrivato anche a Roma. Con un comunicato, l’ospedale Spallanzani ha infatti reso noto che “È stato appena diagnosticato un caso di infezione da Zika virus in una persona italiana, che ha soggiornato in Brasile nella seconda metà del mese di gennaio. Al rientro la persona ha manifestato insorgenza di rash cutaneo, senza febbre o altri sintomi. Dopo 2 giorni si è presentata all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani dove è stata visitata”. Gli esami virologici specifici per arbovirosi effettuati hanno messo in evidenza la presenza di infezione da Zika virus.

IL VIRUS E I RISCHI CONNESSI –
Salgono così a nove i casi di persone da Zika in Italia. Questo virus è un membro della famiglia di virus Flaviviridae, del genere Flavivirus, scoperto per la prima volta in Uganda nel 1947, nella foresta di Zika. Il virus è correlato alla dengue, alla febbre gialla, all’encefalite del Nilo occidentale e all’encefalite giapponese, tutte malattie provocate da virus membri della famiglia dei virus Flaviviridae. Viene trasmesso da numerose zanzare del genere Aedes, soprattutto dalla zanzara della febbre gialla e dalla zanzara tigre. Il virus fu isolato nel 1947 da un Macaco Rhesus nella foresta Zika dell’Uganda e nel 1968 fu isolato per la prima volta in esseri umani in Nigeria. Il virus, nelle donne incinte, può provocare la microcefalia del nascituro: una grave malformazione del feto con serie conseguenze neurologiche.

IL NUMERO DA CONTATTARE – Lo Spallanzani ha attivato un percorso ambulatoriale per le malattie tropicali (06.55170362). Il personale sanitario che si trova a valutare soggetti con sospetto di infezione o con infezione confermata può contattare l’ambulatorio di malattie infettive e tropicali dello stesso istituto, che è anche la struttura di riferimento identificata per il Piano Regionale Giubileo Straordinario 2015/26.

LEGGI ANCHE: Zika, 4 cose da sapere sul virus: dal contagio sessuale alle malformazioni nei neonati

ALTRI NUMERI UTILI – Inoltre, il virus Zika è stato inserito nei protocolli per la valutazione effettuata dall’ambulatorio per le infezioni in gravidanza presente in Istituto (06.55170362 o 06.55170305). Le donne in gravidanza, in casi di particolare urgenza, possono contattare il centralino dell’Istituto (06.551701)

 

È SUCCESSO OGGI...