Sfrecciano a tutta velocità davanti ai carabinieri: ecco cosa nascondevano

0
Sfrecciano a tutta velocità davanti ai carabinieri: ecco cosa nascondevano
Foto archivio (Fonte Dire)

ARTICOLI IN EVIDENZA

I carabinieri della Stazione di Tor Vergata hanno arrestato, per tentato furto aggravato, un cittadino albanese di 38anni, con precedenti e senza fissa dimora. L’uomo era stato notato all’interno del giardino di un’abitazione mentre, in pieno giorno, dopo aver divelto la rete di recinzione e aver rotto il lucchetto di un magazzino esterno, ha tentato di rubare alcuni attrezzi da lavoro. Della sua presenza però, si erano accorti alcuni vicini che avevano subito chiamato i proprietari, in quel momento fuori casa per fare la spesa, e il 112, consentendo ai carabinieri di arrivare in pochi minuti.
I militari hanno così sorpreso l’uomo che, dapprima aveva cercato di nascondersi dietro un muretto, e poi, resosi conto di esser stato scoperto, aveva tentato di scappare senza riuscirvi perché rapidamente bloccato.
Sempre i carabinieri della Stazione Roma Tor Vergata, durante un servizio di perlustrazione, hanno inseguito un’auto Mercedes di grossa cilindrata, con 4 persone a bordo, che li aveva  improvvisamente sorpassato a forte velocità. Dopo alcuni chilometri, i militari sono riusciti a fermare l’auto in sicurezza in una zona defilata, bloccando subito la coppia di giovani cha viaggiava a bordo dei sedili posteriori, mentre gli altri due sono riusciti a scappare.
Dai controlli effettuati, i carabinieri hanno appurato che l’auto era stata asportata durante un furto in abitazione ad Ardea e nel portabagagli detenevano diversi arnesi atti allo scasso, una spada del tipo “katana” e una spranga.
I due fermati – un giovane romeno di 23anni con precedenti che è stato arrestato ed una connazionale 20enne incensurata che invece è stata denunciata in stato di libertà – dovranno rispondere di concorso in ricettazione, resistenza, porto abusivo di oggetti atti ad offendere.
Gli arrestati di entrambi gli eventi delittuosi sono stati accompagnati in Tribunale dove saranno giudicati con rito direttissimo.

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...

MONTEROTONDO, ITALIA NOSTRA LAZIO: “ABBATTIMENTI ALBERI INDISCRIMINATI”

0
"La continua strage delle alberature urbane nel Lazio, che degrada il paesaggio, aumenta i livelli di inquinamento e peggiora la vivibilita' delle citta'". E'quanto rileva Italia Nostra in una nota."Gli abbattimenti -...