Gioco on line e videolottery illegali: 11 arresti

0
Gioco on line e videolottery illegali: 11 arresti

ARTICOLI IN EVIDENZA

Dalle prime luci dell’alba il servizio centrale operativo della polizia, la squadra mobile della questura di Roma e lo S.C.I.C.O. della guardia di finanza, stanno eseguendo undici ordinanze di custodia in carcere, emesse dal Gip presso il tribunale di Roma, su richiesta della direzione distrettuale antimafia di Roma, nei confronti dei componenti di un sodalizio, vicino a varie consorterie mafiose, che gestiva illecitamente la gran parte delle attività di videolottery e gioco on line a livello nazionale e anche all’estero.

GLI ARRESTATI – Tra i soggetti tratti in arresto figurano un boss della ‘ndrangheta e un noto imprenditore del settore della raccolta del gioco via web collegato a clan camorristici.
È stato inoltre disposto il sequestro di numerosi beni mobili ed immobili riconducibili agli indagati per decine di milioni di euro.

 

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...

Rapina con coltello: paura a Termini

0
Rapina aggravata. Con questa accusa i poliziotti del commissariato Viminale e i colleghi del Reparto Volanti hanno arrestato un cittadino italiano di 52 anni, senza fissa dimora, accusato di aver aggredito con...
pompieri-vigili-del-fuoco-incendio-pomezia

Roma, incendio in un parco giochi: intervengono i pompieri

0
Fiamme nelle notte all'interno di un parco giochi gonfiabili per bambini in via Locke a Roma. Nessuna persona e' rimasta coinvolta. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, sono intervenuti i sanitari...

Fiamme in casa a Roma: mattinata di paura

0
Fiamme alle 7.45 di oggi in un appartamento di un palazzo di 5 piani in via Bonanni 74, in zona Nomentano, a Roma. Nessuna persona e' rimasta coinvolta.Interdetto dai vigili del fuoco...

CORONAVIRUS, D’AMATO: «OGGI 19 CASI E DI QUESTI 5 SONO DI IMPORTAZIONE»

0
“Oggi abbiamo 19 casi e un decesso. Di questi cinque sono casi di importazione: due casi di nazionalità del Bangladesh, due casi da Pakistan e un caso da Ucraina. Nella Asl Roma 1...