Cerveteri vuole un Capodanno senza botti

0
Cerveteri vuole un Capodanno senza botti

ARTICOLI IN EVIDENZA

“Ci piacerebbe avere un Capodanno senza botti” – ha detto Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, promuovendo l’avvio di una nuova campagna di sensibilizzazione di cui l’Amministrazione comunale si è fatta portavoce insieme al mondo del volontariato eco-animalista.

“Sappiamo benissimo che i botti di Capodanno possono causare conseguenze gravissime, persino letali, per i nostri amici animali e non soltanto per loro, bensì anche per noi stessi e per i nostri figli – ha spiegato il Sindaco Pascucci – può capitare infatti che gli animali, spaventati dal forte rumore, possano fuggire e causare incidenti stradali o avere altri comportamenti imprevedibili. È nostro dovere tutelare gli sia animali che le nostre famiglie. La scelta di evitare i botti è la scelta più responsabile”.

Il divieto di sparare i botti è sempre valido in tutto il territorio del Comune di Cerveteri. Per i giochi pirotecnici, invece, valgono le normative di riferimento, che prescrivono l’ottenimento di un’apposita autorizzazione da parte del Comune. I regolamenti comunali prevedono comunque una piccola finestra, dalle ore 22 del 31 dicembre all’una del 1 gennaio, in cui i fuochi artificiali sono tollerati per i festeggiamenti del Capodanno.

“Il nostro obiettivo è diffondere una nuova cultura – ha spiegato Adelaide Geloso, Delegata alle politiche per la tutela degli animali del Comune di Cerveteri – Anche se i cosiddetti botti sono entrati a far parte della tradizione, evitarli per tutelare gli animali e l’uomo stesso è un gesto di consapevolezza e responsabilità. Vogliamo coinvolgere le famiglie e sensibilizzare quante più persone possibile ad evitare del tutto i botti di Capodanno. Insieme alle associazioni aMici Onlus, Amore Randagio, Animaliberi Onlus e Dammi la Zampa, con la collaborazione delle Guardie ecozoofile di FareAmbiente e alla Polizia Locale di Cerveteri abbiamo lanciato una campagna di sensibilizzazione per far conoscere e comprendere il forte stress e i rischi a cui sono sottoposti gli animali a causa del rumore assordante dei botti. E non ci riferiamo soltanto agli animali domestici, ma anche a quelli liberi o impiegati nelle aziende agricole. Già siamo in tantissimi ad aver fatto questa scelta, dobbiamo diventare sempre di più”.

Tra i consigli da tenere a mente per tutelare gli animali nel periodo di Capodanno, si consiglia di tenerli in casa, con la luce accesa e, nel caso di assenza, con la radio o la televisione accesa: questo li farà sentire protetti e attutirà i rumori provenienti dall’esterno.
Si ricorda che sono previste sanzioni pecuniarie e penali per chiunque violi le disposizioni dei regolamenti comunali.

[form_mailup5q lista=”ladispoli”]

 

È SUCCESSO OGGI...

ROMA, RITROVA LA SUA BICICLETTA RUBATA SU UN PORTALE DI ANNUNCI ONLINE

0
Qualche giorno fa aveva sporto la denuncia di furto della sua bicicletta ma poi, sbirciando sul web in cerca di qualche offerta per acquistarne un’altra, l’ha ritrovata in vendita su un portale...