Facebook e lo strano video “porno”: l’allarme della polizia

0
Facebook e lo strano video “porno”: l’allarme della polizia

ARTICOLI IN EVIDENZA

È tornato a circolare su Facebook il cosiddetto “virus porno” che, proprio in questi giorni, sta colpendo numerosi utenti del celebre social network, rubando dati sensibili e infettando computer, tablet e smartphone. Ti ritrovi taggato da un tuo amico (in realtà inconsapevole) in un video dall’apparente contenuto pornografico e se, incuriosito, clicchi sul link vieni infettato. A dare l’allarme è stata la polizia attraverso la pagina Facebook “Una vita da social”, progetto realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Garante per l’infanzia e l’adolescenza per sensibilizzare e prevenire i rischi e i pericoli della Rete.

IL CONTAGIO – Le modalità di diffusione del virus sono spiegate dallo stesso account della polizia. “Ci segnalano la ricomparsa del finto video su cui si viene taggati da un amico di Facebook. – si legge – Ovviamente l’amico è all’oscuro di tutto e in realtà se si clicca sul link non parte nessun video. Anzi, si viene rimandati ad un sito con la richiesta di inserire i dati personali per visionarlo. Non fatelo! È un tentativo di carpire le vostre credenziali”.

COME DIFENDERSI – “L’unica cosa da fare – spiega la polizia – è rimuovere il tag e magari avvertire i vostri amici di Fb con un messaggio in bacheca in cui spiegate che non li state taggando in alcun video e di non aprirlo nell’eventualità che avvenisse. Se invece avete già fornito i vostri dati, cambiate subito la password di Facebook”. Inoltre, “nell’ipotesi in cui si viene taggati in foto o video sconci, rimuovete immediatamente il tag ed avvertite l’amico o l’amica. Se ricevete messaggi con link, non apriteli assolutamente”. Uomo avvisato…

 

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...