Rai Uno, Limbo: film con Kasia Smutniak e Adriano Giannini

0
Rai Uno, Limbo: film con Kasia Smutniak e Adriano Giannini

ARTICOLI IN EVIDENZA

Mercoledì in prima serata su Rai Uno arriva il film tv Limbo. Kasia Smutniak e Adriano Giannini sono i protagonisti di questa pellicola prodotta da Domenico Procacci, una produzione firmata Fandango Tv in collaborazione con Rai Fiction, e tratto dall’omonimo romanzo di Melania Mazzucco (Giulio Einaudi Editore), scritto da Laura Paolucci e Francesco Piccolo.

LA STORIA – Manuela Paris (Kasia Smutniak) è una giovanissima donna soldato, sottufficiale dell’esercito al comando di un plotone in una base avanzata del deserto afghano, responsabile della vita e della morte di trenta uomini. Torna a casa alla vigilia di Natale (abita vicino Roma, sul mare) dopo aver subito un delicato intervento e passato diversi mesi in ospedale.

Manuela è rimasta ferita in un attentato in cui alcuni uomini invece hanno perso la vita. Ma prima di tornare al suo lavoro che ama tanto dovrà guarire e ricordare quanto accaduto. Nella sua testa e nel suo diario i ricordi del passato e dell’Afghanistan si intrecciano. Mattia è invece Adriano Giannini, uomo misterioso, che Manuela incontra e di cui si innamora. Anche lui sembra essere sospeso in un limbo, in un segreto che non si può confessare. Entrambi si trovano a dover fare i conti con le loro storie personali.

LE IMPRESSIONI – «Limbo è un romanzo italiano che parla di una guerra contemporanea e del corto circuito tra due mondi apparentemente distanti, la nostra realtà e la guerra in Afghanistan. Leggendolo, ho pensato che questo corto circuito, in modi diversi, è alla base di quasi tutti i miei film, e che con Limbo avrei potuto esplorare un genere cinematografico e una realtà fino ad oggi distanti da me – ha spiegato il regista Lucio Pellegrini –. Mi è sembrato che Manuela Paris fosse un personaggio fortissimo, ferito e vitale, e che in generale il racconto della condizione dei reduci, oggi, fosse qualcosa di necessario. Attraverso lo sguardo di Melania Mazzucco, poi, è stato semplice addentrarmi nel racconto da un punto di vista femminile. La presenza di Kasia Smutniak, la sua forza, l’intensità e la fragilità nascosta, ha fatto il resto».

DAL LIBRO – «La storia di Manuela e Mattia, entrambi reduci da una guerra incompresa, che non può essere vinta né dimenticata. Lottano col loro passato e col loro presente, per inventarsi un futuro. Prima di tutto, perciò, è la storia di un’attesa e di una rinascita – ha detto l’autrice Melania Mazzucco -. Ma ho scritto Limbo anche perché la narrativa non aveva mai ospitato il personaggio di una donna militare. E pure sulla missione italiana in Afghanistan. Il personaggio di Manuela Paris mi permetteva di rovesciare la prospettiva di ogni racconto di guerra: che ha sempre assegnato all’uomo il ruolo del reduce, e alla donna quello della consolatrice. Il romanzo è un mosaico di immagini, rumori, colori: sono orgogliosa che sia diventato un film, e che i suoi personaggi abbiano trovato volto, corpo, e voce».

«Manuela ha sfidato il tabù ancestrale di ogni cultura – ha proseguito – che vede la donna nata per dare la vita, e non, potenzialmente, la morte. Ma Manuela non è solo una donna soldato: è un maresciallo degli alpini, comandante di un plotone. Si trova a esercitare un potere reale: una situazione nuova ma non estranea all’esperienza di tante donne di oggi, in cui molte, al di là della divisa di Manuela, potranno riconoscersi».

CAST – Limbo è un film del regista Lucio Pellegrini, con Kasia Smutniak (è Manuela Paris), Adriano Giannini (Mattia), Domenico Diele (Jodice), Giulia Valentini (Vanessa Paris), Jacopo Cullin (Poddu), Antonio Folletto (Zandonà), Claudio Pallitto (Michelin), Marco Brinzi (Venier), Anna Bellato (dott.ssa Ghigo), Maurizio Lombardi (psichiatra) e con la partecipazione di Filippo Nigro. Prodotto da Domenico Procacci, realizzato con il sostegno della Regione Lazio.

Foto Fiction Fest – Paolo Pizzi

[form_mailup5q lista=”maledetta tv”]

È SUCCESSO OGGI...

CORONAVIRUS, D’AMATO: «OGGI REGISTRIAMO 20 CASI, DI QUESTI L’80% SONO CASI DI IMPORTAZIONE»

0
“Oggi registriamo un dato di 20 casi. Dei nuovi casi l’80% sono quelli di importazione (16). Di questi casi di importazione 12 hanno un link con voli di rientro dal Bangladesh già...

Coronavirus, in Serbia le bugie di stato

0
Da Belgrado Antonela Riha per Obc (Osservatorio Balcani e Caucaso, periodico on line) scrive che a più di tre mesi dall’annucio dell’epidemia di coronavirus, in Serbia si registra un drammatico aumento di...

Roma, prosegue la lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte della polizia: 13...

0
I poliziotti del commissariato Trastevere hanno denunciato, in stato di libertà, un minorenne che, in Piazza San Cosimato, è stato trovato in possesso di 0.9 grammi di marijuana e 21 grammi di...