“Natale col Boss”, le cose da sapere (TRAILER, VIDEO)

0
“Natale col Boss”, le cose da sapere (TRAILER, VIDEO)

ARTICOLI IN EVIDENZA

Natale col Boss” è il nuovo film della casa di produzione Filmauro di Aurelio De Laurentiis. In questa commedia di Natale, nei cinema di tutta Italia dal 16 dicembre, recitano Lillo&Greg, Paolo Ruffini, Francesco Mandelli, Peppino Di Capri e Giulia Bevilacqua, tutti diretti da Volfango De Biasi.

DI COSA PARLA IL FILM – Alex e Dino (Lillo e Greg) sono due affermati chirurghi plastici abituati a cambiare i connotati dei loro pazienti con pochi e delicati colpi di bisturi. Leo e Cosimo (Paolo Ruffini e Francesco Mandelli) invece sono due maldestri poliziotti sulle tracce di un pericoloso e potente boss di cui nessuno conosce il volto. Alex, Dino, Leo, Cosimo e il Boss inciamperanno l’uno nella vita dell’altro, in una commedia piena di equivoci, colpi di scena e grandi risate, in cui ognuno alla fine cercherà di… salvare la “faccia”.

UNA COLONNA SONORA MOLTO PARTICOLARE – Il brano della colonna sonora “Fiumi di Champagne” è stato firmato dal rapper milanese Guè Pequeno insieme a Peppino di Capri che del film è anche attore. Due stili molto diversi che, partendo dalla celebre hit del 1973 “Champagne”, s’incontrano e si fondono, dando origine a un brano particolarissimo. “Fiumi di Champagne” anticipa la versione Deluxe ‘Vero Royal Edition’ (in uscita il 27 novembre) dell’ultimo album di Guè Pequeno “Vero” (Universal Music Italia).

PER UNA INEDITA ACTION COMEDY – «Questo è un film che entra nella tradizione della grandi parodie dei film di genere, che una volta erano interpretate da Vianello e Tognazzi e che non si facevano più», hanno svelato Lillo e Greg a Il Mattino. Per i due attori, che hanno firmato soggetto e sceneggiatura con Volfango De Biasi, Alessandro Bencivenni, Francesco Marioni e Tiziana Martini, si tratta, nello specifico, di «una “action comedy”: noi siamo Alex e Dino, due affermati chirurghi plastici, più tipo “Greg Anatomy” che “Nip/Tuck”, due fighetti rapiti da un boss che deve cambiarsi i connotati e che chiede di diventare come Leonardo DiCaprio». «Noi però capiamo Di Capri e lo trasformiamo in Peppino», concludono i due, «da quel momento siamo in fuga sia dal boss e dai suoi scagnozzi, sia da due poliziotti dementi (Paolo Ruffini e Maurizio Mandelli), che non hanno capito nulla».

 

Dietro le quinte: Peppino di Capri

 

Dietro le quinte: Ruffini e Mandelli Stunt

 

Clip “Identico”

 

Ma chi è il boss? Parte 1

 

Ma chi è il boss? Parte 2

 

[form_mailup5q lista=”eventi”]

È SUCCESSO OGGI...