Regione Lazio, nasce il numero unico 112 per il Giubileo

0
Regione Lazio, nasce il numero unico 112 per il Giubileo

ARTICOLI IN EVIDENZA

E’ un elenco lungo e definito quello dei lavori della Regione Lazio che si prepara al Giubileo. Fuoco puntato sulla sanità ovviamente, e sul coordinamento delle emergenze in protezione civile. Così ieri il presidente Zingaretti ha inaugurato sulla via Laurentina la sede del nuovo numero unico europeo 112 e ha illustrato lo sforzo fatto dalla Regione in vista del grande evento religioso.

Con il numero unico si potranno quindi chiamare Carabinieri, Polizia, Vigili del fuoco e personale sanitario delle Ambulanze in una sola chiamata: il servizio raggiungerà circa 3,5 milioni di utenti oltre a tutti i turisti e pellegrini in arrivo Franco Gabrielli, e il commissario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca. Il servizio è ora attivo a Roma e provincia: prossimo passo sarà l’apertura di una seconda centrale, con sede a Frosinone, per estendere a tutte le altre province del Lazio il numero unico, estendendo la copertura ad un altro milione e mezzo di cittadini.

Intanto la Regione si è detta pronta anche su tutto il fronte sanitario: in primo luogo con l’organizzazione del personale e del sistema d’emergenza grazie a 420 volontari formati ad hoc e l’assunzione di 866 persone: 287 a tempo indeterminato e 579 a tempo determinato per garantire la copertura delle emergenze. Intanto il 4 dicembre, quattro giorni prima dell’inizio del Giubileo, saranno conclusi i lavori di adeguamento dei 12 Pronto Soccorso all’interno della Città di Roma “consentendo cosi l’attivazione di ulteriori 112 posti letto di emergenza e terapia intensiva”. Questa la situazione e il programma dei lavori neglio ospedali: il 20 novembre saranno consegnati i lavori dell’ospedale S. Spirito, il 24 al S. Andrea, il 26 toccherà al S. Eugenio ed il 30 al S. Giovanni. Il 1 Dicembre invece saranno consegnati i lavori del Grassi di Ostia, il 3 quelli del S. Camillo e Policlinico Umberto I e il 4 saranno chiusi gli ultimi due cantieri al S. Filippo Neri e al Gemelli.

Quaranta nuove ambulanze entreranno in servizio il primo dicembre: con esse anche 10 automediche per. E’ in corso la gara per l’acquisto di 86 ambulanze configurate secondo il più alto standard tecnologico. Nella zona del Raccordo anulare stanno per essere completate da Anas le 8 piazzole per l’atterraggio degli elicotteri, mentre saranno utilizzati come aree di emergenza anche 20 campi sportivi della capitale e le caserme Cecchignola per il S. Eugenio, Macao per il Policlinico Umberto I e Centocelle come aree disponibili 24 ore su 24.

Sempre sul fronte dell’emergenza sanitaria saranno attivati due strutture fisse e operative per tutto l’anno giubilare  a ridosso delle aree di Castel S. Angelo e Piazza S. Pietro. Altri 8 piccoli “ospedali da campo mobili”, chiamati in gergo Pma (Posti medici avanzati) saranno montati in occasione di particolari eventi a rinforzo delle due postazioni fisse o in altre sedi dove si svolgono eventi giubilari. Operativo infine poi il Piano regionale per la sorveglianza e la gestione di emergenze infettive durante il Giubileo Straordinario 2015-2016 infettivologica predisposto dalla Regione, con l’Istituto Nazionale Malattie Infettive L. Spallanzani di Roma. Pronto anche il piano dialisi.

[form_mailup5q lista=”regione lazio”]

È SUCCESSO OGGI...

ROMA, RITROVA LA SUA BICICLETTA RUBATA SU UN PORTALE DI ANNUNCI ONLINE

0
Qualche giorno fa aveva sporto la denuncia di furto della sua bicicletta ma poi, sbirciando sul web in cerca di qualche offerta per acquistarne un’altra, l’ha ritrovata in vendita su un portale...