Mara Venier e la sua seconda giovinezza

0

Oh Mara! La bionda travolgente della tv sta vivendo la sua seconda giovinezza. Con la sua inconfondibile fisicità, le lunghissime immutabili gambe – nonostante …i botti! vedi l’incidente con Luca Giurato a Domenica In e la conseguente operazione – il seno prosperoso, i gioielli evidenti, è stata per anni la Signora della Domenica e un’amica catodica per milioni di casalinghe italiane. Bionda nello spirito, ma non di nascita per sua stessa ammissione, è una forza della natura. Da Venezia con passione, la giunonica Mara Povoleri cambia il nome in Venier, che fa tanto dogaressa, e scende a Roma armata di un fisico esplosivo e di una figlia avuta da teen ager. La appariscente fanciulla segue il suo primo grande amore in cerca di successo e alla fine il successo lo trova lei. Da ” stracciarola” col suo negozio di abiti usati a Campo de’ Fiori si fa conoscere in tutta Roma. Poi gli amori famosi, si sposa con Jerry Calà, poi con Renzo Arbore.

IL SUCCESSO – E lí è la gloria. Approda alla Domenica In nel 1993 e ne diventa signora incontrastata, con la sua spigliatezza, la risata contagiosa, l’aria di chi non se la tira e si mette al livello degli ospiti in video e del pubblico. Molto successo, molti detrattori, di questa domenica in famiglia «caciarona e un po’ volgarotta», come piace a lei, che dura diversi anni e che riprende nel 2004. Le t-shirt con le battutacce, i trenini, all’epoca hanno fatto inorridire i benpensanti. Peccato che oggi certi scandaletti facciano tenerezza, in un’epoca dominata dalle faccette della D’Urso, dalle imperdibili esternazioni di Belen, dai dettagli più privati sbattuti in piazza, continuamente. È stata, nel bene e nel male, un’apripista. Tre anni di Vita in Diretta, con Sposini e poi con Liorni (certo sarebbe da chiedergli un confronto tra la Carmen veneziana e la Barbie di ferro bergamasca….). Di chilometri ne ha fatti, le spalle quadrate ce le ha e ormai, nella sua consolidata carriera di ospite, non si tira mai indietro di fronte a una polemica.

LE POLEMICHE – Che sia una bella scornata con la Marcuzzi all’Isola dei Famosi, raccontata da quell’anima bella di Selvaggia Lucarelli; o la memorabile rottura con l’attuale nuora – in quanto compagna del figlio, l’imprenditore Nicola Carraro – Simona Ventura. Quest’ultima, con l’eleganza che la contraddistingue, parlò di «blatte» che si nutrono del marcio in un’intervista dalla Bignardi. Chissà se fosse perché la Venier era riemersa dal dimenticatoio proprio a quell’Isola che la Capitana Ventura aveva portato alla gloria, salvo poi essere esiliata in Albania su Agon Channel… E quando discusse con Arisa a Sanremo? La cantante, altro bel caratterino, non apprezzò la sorpresa a tema familiare che la trasmissione condotta dalla Venier le aveva dedicato. Ma soprattutto, vogliamo parlare della rottura con Lucio Presta? Tutto nacque quando Mara lasciò all’allora amica Paola Perego La Vita in Diretta. Col patto di riprendersi Domenica In ..ma il programma era già in calo, niente spazio per Mara. E nell’effetto domino dei flop, la Perego lascia VID e si prende la domenica. Altro che vacanze insieme, eh? Comunque, divertitevi, basta digitare sui motori di ricerca ” Mara Venier litiga…” e si apre un mondo. Ultimamente opinionista a “Tu si que vales”, si è scontrata con una concorrente, Maria Santarella che ha osato ricordarle i tempi delle commediole osé. Neanche avesse recitato per Kiarostami o Kieslowski o un altro di questi registi con la K. Un mese prima i suoi padroni di casa De Filippi & Co., l’avevano fatta provocare da una concorrente che la accusava di non avere i titoli per giudicare. “Sei una cialtrona” aveva risposto fra le lacrime. Insomma, la caratura intellettuale non è da “polemista” classica e la nostra Mara non si affida a Schopenauer e all’arte di aver ragione, sicuramente ignora i sofismi e la dialettica platonica, ma certamente non si tiene le sue opinioni in corpo. L’interrogativo che attanaglia i nostri cuori è allora uno solo: con chi litigherà la prossima volta? Intanto è uscito da quasi un mese il suo ricettario – autobiografia “Amori della zia”. E di libro in libro le ultime gossipate ci raccontano della Venier alla presentazione a Milano del libro della Marcuzzi, “La Pinella a colori!”. Certo lì era più facile litigassero Emma Marrone e Belen… Insomma, augurandole infinita carriera e una prossima opera – suggeriamo il titolo “tesori della nonna”- abbiamo capito che a parlare chiaro si invecchia bene. Se le piazzate fanno anche audience, non si invecchia mai.

[form_mailup5q lista=”maledetta tv”]

È SUCCESSO OGGI...