Campidoglio, i 5stelle non vogliono ammucchiate. Sinistra candida Fassina

0

Dopo il raduno di sabato della “Sinistra italiana” al teatro Quirino è stata breve la pausa domenicale prima di vedere nuovamente a pieno regime la ridda delle ipotesi su candidati e alleanze per il nuovo sindaco di Roma. Mentre Stefano Fassina si detto disposto a sostenere il candidato dei Cinque stelle, dal Movimento fanno sapere, con il solito tono secco che loro  concorreranno “con una unica lista, non faremo ammucchiate o alleanze, neanche con Fassina”.

Un segno di continuità con la linea da sempre seguita dai seguaci di Beppe Grillo, da sempre contrario alle alleanze che, spiegano, “non fanno parte della nostra ‘indolè. Se Fassina dice che è pronto a sostenere il M5s noi siamo contenti che ci sia un riconoscimento del nostro lavoro, ma è una posizione che assume lui”. Non passano che poche ore per sentire circolare un’altra proposta che anche in questo caso vede in mezzo il nome di Fassina, questa volta però come vero e proprio candidato sindaco.

“A Roma siamo in condizioni di avanzare una nostra candidatura nel segno dell’onestà, della vicinanza alle periferie e al mondo del lavoro, di una chiara discontinuità con il disastro prodotto dal Pd, qualora se la sentisse Stefano Fassina sarebbe un ottimo candidato” – ha spiegato Alfredo D’Attorre a Radio Radicale. “In tutti i posti dove si costruiscono primarie di centrosinistra saremo protagonisti – ha spiegato D’Attorre – dove il Pd volge lo sguardo verso il centrodestra con candidature e progetti che fanno le prove generali del partito della nazionale, le strade si divideranno, ognuno andrà da solo e poi vedremo chi avrà la forza di andare al ballottaggio”.

[form_mailup5q lista=”campidoglio”]

È SUCCESSO OGGI...