Rai Uno, Questo è il mio paese: anticipazioni prime due puntate

0
Rai Uno, Questo è il mio paese: anticipazioni prime due puntate

ARTICOLI IN EVIDENZA

Questo è il mio paese, la nuova fiction di Rai Uno, andrà in onda con le prime due puntate lunedì 9 e martedì 10 novembre. Un debutto “doppio” poi resteranno altri quattro episodi, per un totale di sei per questa miniserie con Violante e Michele Placido, Francesco Montanari, Loredana Cannata e Fausto Maria Sciarappa, per la regia di Michele Soavi.

ANTICIPAZIONI PRIMA PUNTATA – Siamo a Calura, un paese del Sud dell’Italia, dove Anna e il marito con i tre figli si sono appena trasferiti da Roma. Lui è un ingegnere e sta lavorando in un cantiere, lei è laureata in Economia e a Calura ci è cresciuta ma se ne è andata vent’anni fa, quando la sua migliore amica Lucia scomparve nel nulla senza nessuna spiegazione (forse per mano delle ciminalità organizzata?) e quando l’allora fidanzato l’aveva lasciata poco dopo questo fatto senza tante spiegazioni.

Qui ritrova le amiche Emilia e Gina, la prima è sindaco di Calura, la seconda è entrata nei Ros. Ma Emilia scopre di avere un tumore e per curarsi decide di lasciare il suo incarico, chiedendo ad Anna (vice sindaco e assessore) di sostituirla. La giovane donna si ritrova così a guidare il Comune e a lottare contro l’opposizione portata avanti dall’ex primo cittadino Cardi, che aspetta un suo passo falso. Anna così conosce il potere delle grosse famiglie mafiose come Malorni e Cafuero, in lotta tra loro. Comincia così un percorso difficile, in cui Anna cerca di andare avanti per la sua strada, per ridare al suo paese un futuro luminoso. Anna viene intimorita ma non molla la sua battaglia. La figlia Chiara conosce Cosimo, figlio del boss Malorni.

LEGGI ANCHE: Rai Uno, da lunedì la nuova fiction Questo è il mio paese

ANTICIPAZIONI SECONDA PUNTATA – Tra Chiara e Cosimo nasce una bella storia d’amore, anche se il ragazzo prova del risentimento nei confronti di Anna, che riceve da Gina la richiesta dei Ros di demolire la casa di Grazia Malorni per mandare anche un messaggio al boss. Anna poi scopre delle irregolarità su un progetto di costruzione di un centro commerciale su un terreno comunale, lo blocca ma su di lei arriva anche tutta la rabbia dei cittadini che speravano in un posto di lavoro.

La donna riceve delle minacce che poi si tramutano in fatti fino all’incendio della farmacia della sorella. Anna decide allora di lasciare l’incarico di sindaco per non mettere a rischio la sua famiglia, ma l’occupazione del liceo convince la prima cittadina a ripensare alla sua decisione, c’è una parte della popolazione che sta con lei. Anna strappa la lettera di dimissioni, e questo fatto porta a una discussione con il marito Lorenzo, geloso anche di Corrado.

[form_mailup5q lista=”ss lazio”]

È SUCCESSO OGGI...

DA GIUNTA OK A RECUPERO STORICO DI CAMPO TESTACCIO

0
La giunta regionale del Lazio ha approvato oggi una delibera nella quale, insieme a Municipio I di Roma Capitale e ASP Asilo Savoia, realta' impegnata nel sociale, viene stretto un accordo istituzionale...

Riaprono Tourist Info Point negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino

0
Riaprono oggi al pubblico i due Tourist Info Point di Roma Capitale ospitati negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino, dopo la riapertura di quelli di Via dei Fori Imperiali, Via Minghetti e...
lavoro roma

Crolla solaio di un ristorante, un morto

0
Un uomo e' morto a seguito di un incidente avvenuto all'interno di un ristorante a Sonnino, in provincia di Latina. Secondo le prime informazioni, l'uomo sarebbe stato travolto dal crollo di un...

Pisana, approvati ultimi ordini del giorno del ‘Collegato’

0
Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Mauro Buschini (Pd), ha concluso oggi l'esame degli ordini del giorno relativi alla proposta di legge regionale numero 194 del 31 ottobre 2019, "Misure per...

DALLA REGIONE OLTRE 600MILA EURO PER LA CHIRURGIA OFTALMICA

0
La Regione Lazio ha approvato in Giunta una delibera che prevede un finanziamento di 610 mila euro all'ospedale San Giovanni Addolorata di Roma destinati al rinnovo delle tecnologie per l'attivita' chirurgica oftalmica...