Va in commissariato per una notifica, poi l’incredibile scoperta

0

Nella giornata di ieri un 34enne campano, con diversi precedenti di polizia, è stato condotto dagli agenti della polizia di Stato negli uffici del commissariato Tuscolano per accertamenti, poiché, nei giorni precedenti, era stato querelato a seguito di una lite.

Nel frattempo altri agenti della squadra di polizia giudiziaria del stesso commissariato, diretto dalla dr.ssa Irene Di Emidio, si stavano occupando di un’indagine per rapina, avvenuta qualche giorno prima, ai danni di un passante che si era visto sottrarre 500 euro appena prelevati dal bancomat, da un uomo che lo aveva minacciato con un coltello.

LEGGI ANCHE: Botte da orbi con ombrelli e manganelli, violenta rissa a Roma

Per tale motivo, i poliziotti avevano invitato la vittima in ufficio per procedere ad una identificazione fotografica, per l’individuazione del rapinatore. Invece, il 34enne campano, nella circostanza, è stato riconosciuto “dal vivo” dal passante come l’autore della rapina da lui subita. Proprio in virtù di tale riconoscimento l’uomo è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto e condotto presso il carcere di Regina Coeli.

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...

Spaccio, operazione della questura: nove arresti

0
Continua senza sosta l'attività della Questura di Roma volta al contrasto dello spaccio di stupefacenti, con servizi dedicati su tutto il territorio. A seguito di un servizio mirato al contrasto del fenomeno...
truffa roma

SICUREZZA PUBBLICA ZONA TERMINI: 7 ARRESTATI E 15 DENUNCIATI

0
Così come analizzato in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica presso la Prefettura, in linea con le direttive emanate dal Ministro dell'Interno, e nel conseguente Tavolo Tecnico presso...