Comune di Roma, Tronca: “Adottare modello squadra”

0

“Continuerò ad adottare sicuramente un metodo di squadra nel quale ho sempre creduto e che mi ha aiutato a risolvere grosse emergenze quando ero capo dipartimento dei Vigili del Fuoco, dal terremoto dell’Aquila all’incendio terribile di Viareggio, ai morti di Genova, delle 5 Tterre, la Costa ”Concordia”, il terremoto dell’Emilia, la strage di Giampilieri, i morti di Soverato”. Il prefetto uscente di Milano Francesco Paolo Tronca, nominato commissario di Roma per il dopo Marino, lo dice in conferenza stampa, in diretta su SkyTg24. “Il metodo che adotto a Roma è lo stesso, si lavora in squadra – spiega Tronca – da soli non si riesce a raggiungere risultati importanti ed è presuntuoso pensare di risolvere i problemi da soli, no, bisogna creare una squadra efficiente e coordinarla e gestirla bene, poi la squadra raggiungerà il risultato”. Ciò detto, “quello che conta è che il risultato arrivi, non importa come e chi lo raggiunge”, precisa, un metodo che “non intendo certamente abbandonare”. Sul nuovo commissario è intervenuto anche il presidente della Regione Zinagaretti: “Se posso dire, la mia sensazione è che Roma sia stata messa ora in buone mani, ci mettiamo al servizio e in collaborazione piena con la fase che si aprirò con il prefetto di Roma e con il nuovo commissario, come sempre, per dare una mano e ora dimostrare che l’evento giubilare sarà una grande occasione di riscatto”. Quella del prefetto “Tronca come commissario di Roma è una ottima scelta, io credo – prosegue Zingaretti – per la sua storia di servitore dello Stato e anche per la sua esperienza a Milano, nel periodo in particolare della preparazione e dello svolgimento dell’Expo. Sono sicuro che porterà autorevolezza, stabilità e incisività nell’azione di governo”. In una situazione “drammatica non c’è dubbio che in questo anno probabilmente ci sono stati errori di tutti, me compreso perchè non voglio fare scaricabarile. Dobbiamo assumerci le quote di responsabilità però mettendo fine alle polemiche, perchè ora tutti i cittadini ci chiedono non le polemiche ma soprattutto, a chi ha responsabilitá, buon governo ed efficienza, e quindi bisogna aprire una nuova fase”. Ovviamente a me “dispiace moltissimo, umanamente e politicamente per tutto, per l’esito di questa vicenda, che è stata ed è molto difficile e molto complicata – dice Zingaretti – il Pd, dopo l’esplosione di Mafia Capitale, va detto ed è corretto dirlo, ha fatto oggettivamente di tutto per sostenere l’azione amministrativa. Poi evidentemente qualcosa si è rotto nel rapporto di fiducia reciproco e che ha portato all’esito che abbiamo conosciuto”.

[form_mailup5q lista=”campidoglio”]

 

È SUCCESSO OGGI...