Giubileo, Alfano: “A Roma più poliziotti, ma non sarà militarizzata”

0

“Il nostro obiettivo è rendere Roma sicura e vivibile che non significa militarizzare la città”. A poche settimane dall’arrivo delle masse di pellegrini per il Giubileo della Misericordia è il ministro Alfano a rappresentare le regioni della sicurezza sul territorio della capitale. E l’analisi è chiara: il livello di allerta è «alto. Arriveranno altri poliziotti e militari, Il ministro Alfano parla lasciando il convegno ‘Stalking: ossessione criminalè, organizzato a Roma da Polizia di Stato e Premium Crime.

“Noi -ha aggiunto- abbiamo espulso decine di soggetti che predicavano in maniera violenta e che facevano gli Imam. Abbiamo arrestato tante persone e presidiato posti sensibili. Già dal 2001, dopo le Torri Gemelle, facciamo parte della cultura occidentale che contrasta il terrorismo. Abbiamo un Comitato di analisi strategica antiterrorismo che si riunisce una volta alla settimana per discutere della sicurezza del Paese”.

Senza arrivare alle ipotesi più complesse la sicurezza a Roma per il Giubileo è soprattutto questione di ordine pubblico e gestione degli eventi, ma anche relativa al buon funzionamento delle infrastrutture come la metropolitana e le ferrovie cittadine che da diversi mesi mostrano con evidenza la loro condizione di inadeguatezza. Sicurezza che si riverbera anche sulle condizioni di lavoro di particolari categorie come gli autisti degli autobus vittime nei giorni scorsi di aggressioni violente.

Ad affrontare l’argomento sono stati ieri anche i vertici di Confartigianato Roma: secondo il presidente Mauro Mannocchi “La sicurezza dei lavoratori del servizio pubblico è una priorità dell’azione delle forse di pubblica sicurezza. Confartigianato Roma è pronta con progetti e idee ad un confronto con il questore di Roma sul tema della sicurezza degli operatori del trasporto”.

[form_mailup5q lista=”campidoglio”]

È SUCCESSO OGGI...