Atac, metro A: servizio riattivato su intera linea

0
Atac, metro A: servizio riattivato su intera linea
Metro A Giulio Agricola

ARTICOLI IN EVIDENZA

E’ stato riattivato alle 15.45 sull’intera linea il servizio sulla metro A parzialmente interrotto a causa di un inconveniente tecnico. «Questa mattina – si legge in un comunicato dell’Atac – sulla metro A si è infatti verificato,  per mera fatalità, un guasto al vano batterie di uno dei 30 treni CAF che era in servizio sulla linea da circa un’ora e mezza.
Dai primi rilievi della Commissione d’inchiesta, presieduta dal Direttore di Esercizio, si potuto ricostruire che il vano batterie del treno, urtando le doghe di copertura delle galleria, le ha tagliate e disancorate provocandone la caduta.

Il fatto è accaduto alla stazione di Spagna. L’azienda ha immediatamente sospeso il servizio nel tratto San Giovanni-Ottaviano e istituito un servizio sostitutivo di superficie, con oltre 100 navette, mentre venivano inviati gli operatori della manutenzione per accertare le cause dell’accaduto e provvedere alle riparazioni.

Nel corso dei lavori l’azienda ha ordinato l’ispezione della linea e sono stati riscontrati danni alle doghe di copertura anche alle stazioni di Manzoni e Repubblica. Le maestranze si sono quindi dovute adoperare per provvedere anche a questi ulteriori interventi».

Atac sottolinea che in nessun momento è stata pregiudicata la sicurezza e conferma che i treni sono sempre messi in esercizio nell’assoluto rispetto di norme e regolamenti vigenti.

Atac ricorda che il servizio di metropolitana viene erogato sulle tre linee A, B-B1 e C per un’estensione complessiva della rete pari a circa 60 km.

«La Linea A, nello specifico, è attiva dal 1980 ed effettua un percorso di oltre 18 km, che viene coperto da capolinea a capolinea in un tempo medio di 41 minuti. Sulla linea insistono 27 stazioni, quattro delle quali di interscambio con la rete ferroviaria (Valle Aurelia e Ponte Lungo con FS; Termini con FS e Roma- Centocelle; Flaminio con la Roma-Viterbo); il servizio giornaliero viene erogato mediante l’impiego di 30 treni nell’ora di punta.
Nel 2014 le tre linee – conclude Atac – sono state utilizzate da oltre 285 milioni di passeggeri, di cui circa il 60% solo sulla linea A, che vede picchi giornalieri di utilizzazione superiori a 600 mila passeggeri. I treni in totale a disposizione della linea sono 39 (CAF della serie 300), tutti consegnati tra il 2000 e il 2005».

Atac si scusa con la cittadinanza per l’inconveniente che «suo malgrado si è verificato e ringrazia i colleghi tutti che hanno lavorato per ridurre al minimo i tempi di interruzione, dai dirigenti ai tecnici e al personale di assistenza alla clientela».

È SUCCESSO OGGI...