Lazio-Genoa, si vola con Djordjevic e Felipe Anderson – LE PAGELLE

0
Lazio-Genoa, si vola con Djordjevic e Felipe Anderson – LE PAGELLE
Ss Lazio, Djordjevic

ARTICOLI IN EVIDENZA

Servivano tre punti e quelli sono arrivati. La Lazio di Pioli ha battuto per 2-0 il Genoa grazie alle reti di Djordjevic e Felipe Anderson. Un autentico ritorno al gol per i due visto che non segnavano da maggio il serbo (con la Roma) e addirittura da aprile il brasiliano (con l’Empoli, ndr). Dopo la pesante debacle di Napoli, le aquile dovevano ripartire anche se la crisi non è del tutto superata. Per il prossimo mese il calendario è serrato e il mister spera di recuperare in fretta Matri, Klose, de Vrij e Biglia perché per volare servono anche loro.

MARCHETTI 6.5 – Una sicurezza! Prima dell’intervallo vola su due calci piazzati di Tachtsidis. Infonde sicurezza alla difesa ed è un giocatore di cui la Lazio non può fare a meno.

BASTA 6.5 – Uno stendardo di qualche partita fa recitava “Vogliamo 11 Basta”. Come dare torto a quei tifosi! Motorino instancabile sulla fascia destra, perfetto in fase difensiva senza lesinare spinta e cross vellutati.

MAURICIO 6 – Lotta su ogni pallone, ma il fisico e il carattere irruento lo portano spesso all’errore. Ingaggia un duello, poi vinto, con Pandev per tutti i 90 minuti. Il macedone lo colpisce con una manata e si becca il rosso.

GENTILETTI 6 – Sta riacquistando la condizione fisica che mancava. L’argentino unisce eleganza e forza fisica, ma è spesso sembrato in affanno in questa prima parte di stagione. Contro il Genoa fa meglio e si merita la sufficienza.

LULIC 6.5 – Pioli lo preferisce a Radu e lo arretra nel vecchio ruolo di terzino sinistro. Il bosniaco risponde (finalmente) presente e sfoggia una delle sue prestazioni tutta gamba sulla sinistra. Suo il cross al bacio per la rete di Djordjevic.

CATALDI 6 – In ripresa anche lui, ma il giovane talento biancoceleste difetta ancora di precisione nei passaggi. Rischia nel finale della prima frazione il rosso per somma di ammonizioni, ma Rizzoli lo grazia.

PAROLO 6.5 – Nel binomio di centrocampo è quello più dinamico. Corsa, pressing e inserimenti senza palla continui. Non sono i giorni migliori, ma la strada è quella giusta.

FELIPE ANDERSON 7.5 – Pioli lo rilancia titolare e il brasiliano si fa trovare pronto. Dribbling ubriacanti, accelerazioni e un gol da antologia. Pipe le reti brutte non è abituato a farle e così regala uno splendido tiro a girare che va a togliere la ragnatela dal sette. Splendido l’abbraccio con Pioli ad allontanare le voci di un rapporto in crisi.

MILINKOVIC SAVIC 7 – Dimostra ancora una volta di essere un giocatore interessante il giovane serbo. Dopo la brillante prova con il Dnipro, Sergej si ripete e sfiora anche il gol impegnando Lamanna in un super intervento. Il punto interrogativo del mercato estivo sta piano piano dando le risposte sperate.

KISHNA 6.5 – Il talentino olandese gioca ormai da veterano. Verticalizzazioni, cross con il contagiri e punizioni tagliate che mettono in continua apprensione la difesa genoana. L’ex Ajax è ormai una certezza

DJORDJEVIC 7.5 – Prima volta da titolare in stagione per l’ariete serbo e prima rete stagionale. Filip di ripete alla quinta giornata come accaduto l’anno scorso, ma soprattutto si mette alle spalle i problemi fisici alla caviglia che hanno rallentato la sua preparazione estiva. L’ex Nantes si è ripreso la Lazio e ora più che mai la squadra ha bisogno di lui e delle sue reti.

PIOLI 7 – Il mister biancoceleste aveva detto di credere ancora nei suoi ragazzi che lo hanno ripagato con una prestazione maiuscola. Servivano i tre punti e sono arrivati insieme al sorpasso sulla Roma, che in una città come la Capitale è sempre importante. Ora la Lazio dovrà continuare così visto il calendario fitto che l’attende nel prossimo mese e il parmense è convinto che sarà così. Ci fidiamo di lui e confidiamo nei recuperi di Biglia, Klose, Matri e de Vrij per continuare a volare.

[form_mailup5q lista=”ss lazio”]

È SUCCESSO OGGI...