Lavoratori Cup sotto la Regione: traffico bloccato e attimi di tensione

0
Lavoratori Cup sotto la Regione: traffico bloccato e attimi di tensione

ARTICOLI IN EVIDENZA

Sciopero dal servizio (con una fascia di garanzia) e nuovo presidio di protesta sotto la Regione Lazio. Alcune centinaia di lavoratori del Cup e delle ditte esterne dei servizi Cup delle Asl e delle aziende ospedaliere, stanno manifestando contro il bando di gara unica centralizzata del Cup.

LA PROTESTA – ”Armati” di trombette e bandiere, i lavoratori hanno esposto alcuni striscioni, tra cui: ”No al massimo ribasso, sì clausole sociali, no Mafia Capitale”, ”PreoCUPati”, ”Futuri DisoCUPati”, ”Zingaretti ferma la gara che taglia diritti ai cittadini e posti di lavoro”. I presenti indossano una t-shirt con scritto: ”Il bando ci manda allo sbando. Noi diciamo no a questa gara”. Attimi di tensione con le forze dell”ordine quando alcuni manifestanti hanno provato a bloccare il traffico sua via Giovanni Genocchi, che collega la Cristoforo Colombo con le vie della Garbatella.

I SINDACATI – «L”incontro di venerdì in Regione è stato importante, ma non risolutorio. Auspichiamo di essere riconvocati al più presto per trovare una soluzione che sia soddisfacente per i lavoratori». È il coro unanime dei sindacati Cgil, Cisl e Uil, al presidio di protesta. «Poichè il Cup è un servizio indispensabile, oggi una parte dei lavoratori sono stati precettati ed è stato obbligatorio mantenere aperti il 50% degli sportelli- ha spiegato Stefania Gonnella, segretario della Cisl Fp Roma e Lazio con delega al terzo settore. I dati che ci arrivano dai territori, però, ci dicono che in tutti i presidi i lavoratori non precettati hanno risposto in maniera unanime allo sciopero». Sulla stessa lunghezza d”onda il responsabile del terzo settore della Uil Fpl, Pietro Bardoscia: «Siamo qui per far sentire la nostra voce e chiedere la salvaguardia dei livelli occupazionali, perchè ad oggi non ci sono certezze. Il rischio al momento è che con il nuovo bando ci sia un esubero di circa 350 lavoratori, inaccettabile». Il segretario Fp Cgil con delega al terzo settore, Mauro Mastropietri, ha sottolineato che «lo sciopero è stato confermato nonostante l”incontro di venerdì scorso perchè la Regione continua a prospettare l’esubero del 20% dei lavoratori. E poi c’è un’anomalia: come mai questo secondo bando è stato gestito dalle stesse persone che si erano occupate del primo? Aspettiamo risposte».

È SUCCESSO OGGI...

cronaca di roma

Roma, lei vuole il divorzio, lui finge di volersi suicidare. Poi accade l’incredibile

0
E’ successo ieri nel primo pomeriggio, all’interno di un appartamento nel quartiere nomentano. Marito e moglie iniziano a discutere perché lei vuole il divorzio, la lite degenera e lui prima la insulta,...

Stadio Roma, delibera in aula dopo l’estate

0
Sul nuovo stadio della Roma "stiamo andando avanti: a breve la delibera arrivera' in giunta. Agiorni? Si', compatibilmente con gli atti che sono in lavorazione nei vari uffici. Poi passera' in Assemblea...

Processo d’appello per i due balordi che hanno paralizzato il giovane nuotatore Bortuzzo

0
Il 3 febbraio 2019 con un colpo di pistola due balordi sparano al  ventenne nuotatore Manuel Bortuzzo paralizzandolo su una sedia a rotelle. Oggi la Procura generale ha chiesto la conferma in appello della...

CERCIELLO, COLLEGA VARRIALE IN AULA: TIRAMMO FUORI TESSERINO

0
"Ci avviciniamo ai due e tiriamo fuori il tesserino dicendo che eravamo Carabinieri". A riferirlo in aula, Andrea Varriale, il carabiniere che era di pattuglia in borghese insieme al vicebrigadiere Mario Cerciello...

RAGGI: ‘STRADE NUOVE’, ECCO VIA APPIA PIGNATELLI

0
"A Roma continua il programma#StradeNuove. Oggi siamo nella periferia sud est, in via AppiaPignatelli. Si tratta di una delle arterie di traffico checonsente l'ingresso in citta' per migliaia di romani ognimattina. Il...