Colosseo chiuso, Renzi contro i sindacati: ecco cosa sta succedendo

0
Colosseo chiuso, Renzi contro i sindacati: ecco cosa sta succedendo

ARTICOLI IN EVIDENZA

“Abbiamo approvato un decreto legge che inserisce i musei nei servizi pubblici essenziali. Certe scene non potranno più accadere”. Così il premier Matteo Renzi è tornato sulla vicenda del Colosseo chiuso, rispondendo a una lettera sul quotidiano L’Unità. Ieri mattina, infatti, dalle 8.30 alle 11, erano rimasti chiusi i principali siti archeologici della Capitale per un’assemblea sindacale dei lavoratori dei Beni Culturali che chiedevano il salario accessorio e il rinnovo contrattuale; davanti ai monumenti si era formata una lunga fila di turisti, vittime inconsapevoli. “Certo, alcuni sindacalisti pensano ancora di poter prendere in ostaggio la cultura e la bellezza dell’Italia – ha attaccato Renzi –. Non hanno capito che la musica è cambiata. Non gliela daremo vinta, mai. E il dl lo dimostra in modo inequivocabile. Cambierà, eccome se cambierà”. Il decreto legge è stato emanato dal Governo dopo la chiusura del Colosseo per assemblea sindacale e inserisce musei e siti archeologici tra i servizi pubblici essenziali.

IN DIFESA DELL’ASSEMBLEA – D’altra parte i dipendenti avevano illustrato le proprie ragioni reclamando il pagamento di tutti gli straordinari. «Il personale – aveva spiegato il soprintendente per il Colosseo, il Museo nazionale romano e l’area archeologica di Roma, Francesco Prosperetti – è rientrato nelle sedi di servizio dopo l’assemblea sindacale e tutti i siti hanno riaperto. L’informazione sulla convocazione per questa mattina (giovedì ndr) dell’assemblea sindacale era stata data attraverso la stampa, e anche con messaggi affissi nelle sedi e, per esempio proprio al Colosseo, anche con messaggi vocali multilingue. L’assemblea – aveva proseguito Prosperetti – è stata fatta per una preoccupazione dei lavoratori per il fatto che l’amministrazione centrale, e non solo a Roma, non sta pagando con continuità le indennità per le aperture straordinarie nel corso dell’anno».

UN ERRORE DANNEGGIARE TURISTI – Intervistato dalla Stampa, il leader Uil Carmelo Barbagallo ha detto la sua sulla vicenda e sul decreto legge. “L’assemblea sindacale – ha spiegato – è un diritto, ma dobbiamo stare attenti a non trasformare le ragioni che abbiamo in un problema per cittadini e turisti”. “Qui non c’è un problema di rinnovo dei contratti – ha proseguito Barbagallo – ma di mancato pagamento degli straordinari. In ballo c’è come tenere aperti i siti con metà del personale”. A suo avviso, però, sarebbe possibile non danneggiare i turisti con queste serrate: “abbiamo proposto lo sciopero virtuale, ma non ci vogliono ascoltare, dipende dal governo. La soluzione esiste”. “È giusto fare tutto il possibile per evitare danni d’immagine – ha affermato quindi il leader Uil – ma il primo a doversi responsabilizzare è chi non rispetta i contratti. Non dobbiamo trasferire tutte le ragioni che hanno i lavoratori in un attacco ai cittadini e ai turisti anche se vorrei vedere qualche provvedimento anche contro quei dirigenti pubblici che non comunicano le assemblee comunicate dai lavoratori”. Ora, ha concluso Barbagallo riferendosi alle misure del governo, “propongono un decreto che potrebbe non risolvere i problemi, rischia di avere tratti di incostituzionalità e finirà per essere solo uno schiaffo ai lavoratori”.

I LAVORATORI RESTANO IN STATO DI AGITAZIONE – Nel frattempo, i lavoratori hanno ottenuto lo sblocco dei fondi ma restano in stato di mobilitazione.

 

«Ieri – ha dichiarato Claudio Meloni, coordinatore nazionale Cgil per Mibact – in singolare coincidenza con l’assemblea sindacale in alcuni siti, è arrivato lo sblocco dei fondi per pagare i salari accessori di tutti lavoratori del Mibact per il 2014 e per il 2015. Evidentemente la mobilitazione è servita a prescindere da quanto accaduto al Colosseo». «Lo sblocco dei fondi per i salari accessori – ha proseguito – non spegne la mobilitazione perchè la vertenza nazionale verte anche sulla richiesta di un piano occupazionale straordinario, vista la carenza di personale, e sulle riforme Madia e Franceschini che stanno generando caos organizzativo. Resta forte la possibilità dello sciopero che, potrebbe essere a ottobre. Nella decisione di Cgil, Cisl e Uil, peserà anche il decreto, che per ora non abbiamo letto».

 

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...

Da Ostia a Prati: anti abusivismo e tutela della salute, interventi della Polizia Locale

0
Proseguono i controlli della Polizia Locale in vari quartieri della Capitale, per contrastare i fenomeni di abusivismo commerciale e per tutelare la salute degli avventori. Questa mattina sono scattate le operazioni in...

CORONAVIRUS, NEL LAZIO 12 POSITIVI E UN DECESSO

0
"Oggi registriamo 12 casi e un decesso. Di questi, 3 sono casi di importazione: un caso dal Kosovo, uno dall'Albania e uno dal Senegal". Lo dichiara in una nota l'assessore alla Sanità...

Asian Film Fest: da Hong Kon (fuori concorso) “The Fallen”, un thriller che avvince...

0
Ancora da Hong Kong il lungometraggio del giovane regista emergente e indipendente Lee Cheuk - pan presentato nel corso dell’Asian Film Fest alla Casa del Cinema di Roma.  The Fallen è la storia...
Foto d'archivio

Roma, con una bottiglia riduce in fin di vita un ragazzo: orrore in centro

0
Tentato omicidio. Questa la pesante accusa formulata dal Gip del Tribunale di Roma nei confronti di un colombiano di 24 anni arrestato dalla Polizia di Stato. La vicenda è iniziata nella notte del...

Campidoglio, Giunta approva salvaguardia equilibri di bilancio e manovra da 400 milioni di euro

0
La Giunta capitolina ha approvato la delibera di salvaguardia degli equilibri di bilancio 2020-2022 che, oltre a verificare come previsto dalla normativa il pareggio economico-finanziario, con la variazione al bilancio di previsione...