Grande traffico tra i gruppi Consiliari dell’aula Giulio Cesare

0
Grande traffico tra i gruppi Consiliari dell’aula Giulio Cesare

ARTICOLI IN EVIDENZA

Dopo le sospensioni seguite agli arresti del Presidente del Consiglio Coratti (PD), Massimo Caprari (Centro Democratico), Pierpaolo Pedetti (PD) e Giordano Tredicine (Popolo delle Libertà), e le dimissioni dei due Consiglieri Francesco D’Ausilio (PD) e Gianluigi De Palo (Cittadini x Roma per Alemanno), sono approdati in aula Giulio Cesare nuovi consiglieri, i primi non eletti delle rispettive liste.

Ma nella composizione dei gruppi ci sono stati vari rimescolamenti (nell’area centrodestra). Così riporta il laboratorio Carteinregola cui aderiscono anche numerosi comitati e personalità.

«Un vero e proprio gioco delle tre carte – prosegue – che non sappiamo se sia sempre motivato da sofferte scelte politiche o piuttosto da convenienze logistiche (uffici e personale a disposizione)». Resta il fatto, come sottolinea il Laboratorio, che i capo gruppo mantengono la loro influenza nel calendarizzare e determinare i lavori dell’Aula Giulio Cesare. Infatti per un lungo periodo i 13 consiglieri dell’opposizione di  centrodestra erano sparsi in 8 gruppi con 8 capigruppo, che per due volte hanno fatto prevalere alla Presidenza della Commissione Trasparenza un esponente della loro area, al posto di uno d’opposizione quale il Movimento Cinquestelle che conta 4 consiglieri. Senza contare il gruppo di Marchini che ne conta due.

NUOVI ARRIVI E TRASFERIMENTI – In Assemblea Capitolina sono arrivati Daniele Parrucci (Centro Democratico), Liliana Mannocchi (PD), Laura Pastore (eletta PD e ora gruppo misto), Cecilia Fannunza (PD), Alessandro Cochi (eletto PDL ora Gruppo Misto) e Laura Barbato (eletta Cittadini x Roma, ora Alleanza Popolare Nazionale). Per quanto riguarda gli spostamenti  fra un gruppo e l’altro si nota un intenso traffico. Per cui Gianni Alemanno è passato da Alleanza Popolare Nazionale al Gruppo Cittadini per Roma con l’ex sindaco unico componente. Roberto Cantiani è passato da unico componente del Nuovo Centro Destra a unico componente del Popolo delle Libertà, rimasto sguarnito dopo l’arresto di Giordano Tredicine. Cosimo Dinoi è passato da Cantiere Italia (unico componente) al Gruppo Misto, come Marco Pomarici, che vi è approdato dal gruppo Verso la Lega dei Popoli con Salvini di cui era unico componente. Un rimescolamento di sigle che a ben vedere indica lo sfaldamento della destra a livello cittadino che è il vero dato politico di questa consiliatura.

 [form_mailup5q lista=”campidoglio”]

È SUCCESSO OGGI...

Controlli a tappeto: arrestate otto persone a Roma e provincia

0
"Nel corso dei quotidiani controlli nelle principali aree interessate dall'afflusso di turisti nella Capitale e nelle zone commerciali della Capitale, finalizzati a prevenire e reprimere reati di natura predatoria ai danni di...

Stupro a Garbatella, caccia all’uomo col giubotto rosso

0
È caccia all'uyomo col giubotto rosso a Garbatella dove tutti i giornali parlano di uno stupro avvenuto per le vie del quartiere. gli investigatori hanno ricostruito, minuto dopo minuto, quanto accaduto venerdì sera,...
Terremoto, nuove scosse nel centro Italia

Scossa vicino Roma: attimi di paura

0
Una scossa di terremoto si è verificata a Montefiascone, in provincia di Viterbo. Il fenomeno è avvenuto nella notte tra sabato 1 e domenica 2 ottobre. Come si legge sul sito dell'Istituto...