Tentano di scardinare un bar tabacchi tra Valmontone e Genazzano

0

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile nell’ ambito dei servizi tesi alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio disposti su tutto il territorio dal Comando Compagnia di Palestrina hanno arrestato un cittadino italiano, pluripregiudicato, classe ’78, romano, per essersi reso responsabile unitamente ad altri due correi al momento in fase di identificazione di tentato furto aggravato ai danni di un bar-tabacchi situato all’interno di una pompa di benzina , in zona isolata nel confine tra i comuni di Genazzano e Valmontone. I malviventi a bordo di un’autovettura di piccola cilindrata dopo aver coperto la targa anteriore e quella posteriore con delle buste di plastica di colore nero nell’intento di scardinare la porta finestra del locale hanno fatto scattare l’allarme.

I CONTROLLI – Il proprietario ha immediatamente contattato il 112 e diramate le ricerche i carabinieri della Compagnia di Palestrina con l’ausilio di quelli di Colleferro si sono da subito messi sulle tracce dei fuggitivi. L’autoradio del Nucleo operativo e Radiomobile di Palestrina portandosi sulla SS6 giungevano dalla Casilina sino al comune di Labico ove all’interno di una strada di campagna rintracciavano la macchina ed i soggetti a bordo. Uno degli occupanti l’autovettura veniva immediatamente fermato e dichiarato in stato d’arresto, i correi invece in piena notte ed in aperta campagna guadagnavano la fuga. Ora i carabinieri di Palestrina dovranno effettuare diverse operazioni di Polizia Giudiziaria per identificare ed assicurare alla giustizia anche i complici del malvivente tratto in arresto.

A seguito della perquisizione personale e veicolare venivano sequestrati diversi arnesi atto allo scasso tra cui due piedi di porco, un piccone, una grossa cesoia, un tubo in ferro e quattro cacciaviti, due passamontagna. Il malfattore, espletate formalità di rito, e dichiarato in stato di arresto per tentato furto aggravato in concorso è stato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Velletri in attesa di rito direttissimo.

 

È SUCCESSO OGGI...