Rai, si punta ancora su Eleonora Daniele? Clerici alla prova del nove

0
Rai, si punta ancora su Eleonora Daniele? Clerici alla prova del nove

ARTICOLI IN EVIDENZA

In questa rubrica di Maledetta tv spesso abbiamo anticipato gli ascolti che avrebbero fatto molti programmi, i flop, i successi. Come siamo riusciti a indovinarli? Semplicemente guardando i progetti, studiando il cast, i meccanismi del format, le conduzioni. Non siamo mai ricorsi al famoso bilancino del direttore di Raiuno Giancarlo Leone che dà solo la posizione delle stelle che contano per lui, così da prevedere l’oroscopo personale, ovvero il suo futuro in azienda.

Una regola aurea: un programma sarà un flop? Si capisce ancor prima che parta? Non è importante. Noi l’abbiamo sempre detto, ed era un facile presagio, vedrete che nonostante le luminose chiacchiere disperse nell’etere da Matteo Renzi, si ricorrerà alla legge Gasparri. E così sembra. Vecchie procedure politiche si commenterà, anche se la nuova riforma del governo (vedrà mai la luce?) non va sul sottile per mettere le mani sulla Rai. Insomma visto che le profezie sono il nostro forte iniziamo a immaginare quello che accadrà nel prossimo autunno soprattutto nel daytime di Raiuno.

I PROGRAMMIUno Mattina anche d’estate sta avviluppandosi sempre più su se stessa, un programma che forse serve ormai solo per coprire  le ore del palinsesto. Non è difficile prevedere un’ulteriore diminuzione d’ascolto, d’altra parte la riconferma del giornalista Franco Di Mare che sembra parlare soprattutto a se stesso più che al pubblico, non potrà che piegare la curva dell’Auditel ai suoi valori. Poi Eleonora Daniele continuerà a scorrazzare con le sue Storie Vere nelle viscere di quell’Italia che le piace tanto, morti ammazzati, crimini ect. ect. Ascolto stabile anche perché la sua fascia è forse la più facile del mattino. Poi arrivano i dolori. Elisa Isoardi ormai (almeno che non ci siano sorprese dell’ultimo minuto di Giankaleone alle prese con il suo bilancino) è incastrata in un programma che si chiama A conti fatti che è sui consumi e di servizio pubblico. Difficile decollare trattando temi importanti (anche se dovrebbero essere dominanti sulla Rai). In più quest’anno ne vedremo delle belle. Scintille certe. Antonella Clerici che avrà sicuramente un risultato positivo con le prime serate con i bambini canterini, dovrà scontrarsi con Forum e la sua Prova del Cuoco sembra ormai inchiodata al passato remoto, potrebbe quindi avere brutte emozioni dall’Auditel. Ma di chi sarà la colpa? Non del programma che è bollito da tempo, ma della Isoardi che abbasserà gli ascolti e non produrrà il famoso traino. Una vecchia tenzone che i pronostici annunciano ancor più infuocata. Nel pomeriggio con i format sfilacciati dalla noia come Verdetto Finale o una Vita in diretta perdente con la concorrenza, non ci resta che sonnecchiare e per i più arditi dormire e sognare una tv diversa in Rai. Ci riusciranno i nostri eroi politici nelle prossime ore a varare una riformina con la legge Gasparri, che tolga di mezzo almeno quei signori che hanno rovinato la parte editoriale dell’azienda, lasciandola ancorata al passato, senza aver preparato i futuri conduttori, autori, dirigenti ecc ecc? Perché forse in Rai non lo sanno, ma la tv si può fare anche con le persone capaci.

[form_mailup5q lista=”maledetta tv”]

È SUCCESSO OGGI...