Metro, pendolari infuriati: «Attese infinite, sembriamo animali da macello»

0
Metro, pendolari infuriati: «Attese infinite, sembriamo animali da macello»

ARTICOLI IN EVIDENZA

E pensare che con la fine delle scuole e le tante persone che hanno anticipato le vacanze, visto il caldo eccessivo di questi giorni, i pendolari avevano tirato un sospiro di sollievo. Trasporti più veloci, meno gente e magari anche un piccolo spazio per leggere un buon libro. E invece, fin dalle prime ore del mattino, la metro sembra diventare improvvisamente l’inferno e gradino dopo gradino, si scende sempre più giù, nel peggiore dei gironi danteschi: attese infinite, caos e disagi sono all’ordine del giorno. Caldo infuocato, sguardi rassegnati e rabbia repressa. La causa principale di queste carenze sarebbe da attribuire allo sciopero bianco dei macchinisti e del personale di Atac dopo la decisione della municipalizzata del trasporto pubblico romano di rescindere gli accordi aziendali su salari e indennità accessorie, e di mettere a sistema una serie di misure anti-fannulloni quali la timbratura obbligatoria del badge aziendale: da giorni infatti il personale viaggiante è in agitazione, con disservizi evidenti per l’utenza. Fra le novità i bus sorvegliati speciali con il sistema Automatic Vehicle Monitoring che valuta la qualità del servizio erogato.

PENDOLARI ESAUSTI – La situazione questa mattina era al limite: «Ho dovuto aspettare tre metro con un’attesa di 8/10 minuti l’uno dall’altra perché era impossibile entrare, le foto parlano da sole» ci racconta una nostra lettrice. E ancora: «Salto da una metro all’altra sperando di trovare l’aria condizionata accesa. L’altro giorno – ci dice Francesco ormai rassegnato – ho dovuto soccorrere una ragazza perché stava svenendo. Non si respirava. Lasciamo stare che una doccia in più farebbe bene ad alcune persone». E poi una signora che ci racconta: «Sono anziana, ho dei problemi respiratori ma devo uscire a fare la spesa. Ma a volte aspetto un’ora prima di poter salire. La mattina è un incubo, sembriamo animali da macello trasportati da una parte all’altra. I tempi d’attesa sono incredibili. Non ne possiamo più».

FINE SETTIMANA DI PASSIONE – Anche il fine settimana non è andato benissimo: la stazione “Pigneto” della linea Metro C è stata infatti chiusa al pubblico su indicazione dei Vigili del Fuoco intervenuti sul posto a seguito di un atto vandalico che ha provocato la rottura delle vetrate esterne poste in prossimità dei tornelli di accesso alla metropolitana. E anche nel corso della giornata di ieri si sono verificati rallentamenti in metropolitana, sulla linea A e B, e sulla Ferrovia Roma-Lido, che è stata limitata dalle 18 in poi nel tratto Lido-Centro Colombo, costringendo l’azienda ad attivare un servizio sostitutivo e di supporto in superficie per improvvisa indisponibilità di convogli o di personale di condotta. «L’azienda – si legge in una nota – è intervenuta tempestivamente per limitare i disagi dei viaggiatori e ha attivato un attento monitoraggio per valutare se siano in corso fenomeni correlati ad iniziative individuali come già rilevato nella giornata di mercoledì 1 luglio, dovuti all’applicazione anche al personale operativo del sistema automatico di rilevazione delle presenze, peraltro già in uso per il restante personale dell´azienda. Nel caso gli approfondimenti confermino tale ipotesi l’azienda è pronta a procedere denunciando i responsabili per interruzione di pubblico servizio. Atac si scusa con i viaggiatori e ricorda che l’azienda è fortemente impegnata in un processo di cambiamento organizzativo e di normalizzazione volto a migliorare l´affidabilità nelle prestazioni di servizio erogate ed a conseguire livelli di efficienza e produttività in linea con gli standard dei migliori operatori del settore. L’azienda – conclude la nota – ricorda che sono state avviate e sono tutt´ora in corso negoziazioni con le Organizzazioni Sindacali per la individuazione di concerto con le medesime, di soluzioni e misure atte a superare ogni e qualsivoglia impedimento di carattere normativo rispetto ai citati obiettivi del piano industriale».

LEGGI ANCHE: Disagi e disservizi, l’esposto del comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord

LA NOTA DI CLAUDIO DI BERARDINO – «Se la notizia di uno sciopero bianco messo in atto dai macchinisti della Metro A e B, comportando ritardi dei treni e quindi disservizi per i passeggeri – utenti, è confermata, riteniamo che questo sia un atteggiamento sbagliato». Così, in una nota, Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio. «Esiste una normativa da rispettare, la 146 – continua – che consente l’organizzazione di uno sciopero se ci sono argomenti di merito. Il Comune di Roma e l’azienda Atac non possono pensare di modificare l’assetto del servizio e l’organizzazione del lavoro, senza aprire una fase di contrattazione con le organizzazioni sindacali in cui rimettere al centro il tema della quantità e della qualità del servizio pubblico offerto ai cittadini, oltre al tema dei diritti e dei doveri dei lavoratori».

[form_mailup5q lista=”mobiliti†à]

 

 

È SUCCESSO OGGI...

Precipitano da oltre tre metri, due morti a Roma

0
Due operai di 53 e 29 anni, romani, sono morti a Roma dopo essere precipitati dall'ottavo piano, facendo un volo di circa 20 metri. E' accaduto intorno alle 10.45 a Piazza Ludovico...

Roma, richiede finanziamento elettrodomestici con documenti falsi: arrestato

0
Una carta di Identità con altre generalità e la sua fotografia, un codice fiscale e una busta paga contraffatte erano le “armi” che un 30enne di Napoli, disoccupato e con precedenti, ha...

Eur spa, nuovo ad? Si fa il nome di Rosati

0
"Per nomina Ente Eur occorrono nomi nuovi che segnino netta discontinuita' con governance e gestioni del passato". Lo scrive su Twitter l'assessore capitolino al Personale Antonio De Santis (M5s).La societa' Eur Spa...

Roma – Tiburtina. 92enne incastrato nei pressi del deviatoio degli scambi tra i binari

0
Gli Agenti della Polizia di Stato – Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio,  durante il servizio presso lo scalo di Roma Tiburtina, durante il consueto servizio di vigilanza, sono stati attirati dalla...

Ciampino, furti di bici in stazione

0
6851 persone identificate, 4 arrestate, 11 denunciate in stato di libertà, 476 lepattuglie impegnate in stazione,  15 le contravvenzioni amministrative elevate, di cui 6  al regolamento di Polizia Ferroviaria,  6 le misure...